Bergamo. L’ex chiesa degli Ospedali Riuniti diventa moschea

Nella Regione salviniana per eccellenza sorgerà una nuova moschea. Ad ospitarla sarà Bergamo. Il luogo di culto per i musulmani prenderà il posto dell’ex chiesa cattolica, la cappella dei dismessi ospedali Riuniti, messa all’asta dall’Asst Papa Giovanni XXIII lo scorso 20 settembre.

Il complesso comprende anche il convento che ospitava i frati cappuccini che operavano nell’ospedale. Qui fino ad oggi c’era la comunità ortodossa romena che dal 2015 lo occupa in comodato d’uso e lo utilizza per le proprie funzioni religiose. Ma un rialzo dell’8% sulla base d’asta di 418.700 euro ha consentito l’aggiudicazione all’Associazione musulmani di Bergamo. Fino ad oggi i fedeli islamici si ritrovavano in una sala civica comunale a Boccaleone, periferia bergamasca. Ora avranno una moschea.

Viene cosìì aggirata la norma regionale “anti moschee”. Quest’ultima prevede vincoli molto severi che, di fatto, rendono impossibile la costruzione di nuovi luoghi culto. Nel caso dell’ex cappella dei Riuniti, già destinata all’uso religioso dal Piano di governo del territorio approvato dal consiglio comunale, il problema non si pone. Se verrà realizzata, la moschea dei Riuniti sarà la seconda a Bergamo, dopo quella di via Cenisio, riconosciuta ufficialmente dal 2013.

Lascia un commento