Ragusa. Su WhatsApp ventenne adesca bimbe e violenta dodicenne

Una bruttissima pagina di cronaca nera. A Ragusa la squadra mobile ha arrestato un ragazzo di 21 anni. L’indagato risponde di violenza sessuale nei confronti di una dodicenne.

Il ventenne contattava su gruppi WhatsApp le bambine più piccole, anche perché più facilmente suggestionabili. La piccola oltre ad avere subito violenza fisica sarebbe stata costretta ad avere, più volte al giorno, rapporti “virtuali” con l’indagato.

Un’altra ragazzina ha denunciato di essere stata vittima di un tentativo di adescamento da parte dell’arrestato. Fortunatamente non sarebbe caduta nella sua trappola.

Lascia un commento