Pisa. Esplosione nel laboratorio di Chimica dell’Università: feriti e danni

Martedì mattina esplosione in un’aula del dipartimento di Chimica all’Università di Pisa. La deflagrazione è stata innescata da una reazione chimica scaturita all’interno di una cappa di aspirazione. E’ avvenuta in un laboratorio al secondo piano del dipartimento di via Moruzzi.

Ad avere la peggio è stato uno studente che sarebbe rimasto ustionato ad una mano e subito trasportato in ospedale. In totale i feriti sono tre, nessuno sarebbe in gravi condizioni.

In via precauzionale il dipartimento è stato evacuato. Dopo l’esplosione è stato applicato il piano di emergenza con l’evacuazione temporanea del presidio accademico e sul posto ha operato la squadra Nbcr per rimuovere alcuni contenitori all’interno dei quali ci sono agenti chimici. L’evento è circoscritto all’interno di tre laboratori del dipartimento.

Il Rettore dell’Università di Pisa, Paolo Mancarella, si è voluto rendere conto di persona delle conseguenze dell’esplosione. Si è fatto accompagnare all’ospedale di Cisanello per poter visitare gli studenti rimasti coinvolti nell’incidente all’interno dell’ateneo. Dopo essersi accertato che nessuno era rimasto ferito in maniera grave, il Rettore si è diretto alla facoltà di chimica per cercare di comprendere le cause dell’esplosione. Sono tre le aule coinvolte dall’esplosione.

Lascia un commento