15 cantine friulane protagoniste a novembre al QWine 2018

Saranno 15 le cantine che dal Friuli Venezia Giulia andranno in Cina e più precisamente a Qingtian, per partecipare al QWine 2018 (17 – 19 novembre). Un Expo che mette le cantine nella posizione di promozionale e commercializzare i vini importanti. La Municipalità di Qingtian ed il Dipartimento del Commercio della Regione dello Zhejiang offre, così, un’occasione imperdibile per entrare nel mercato cinese dalla “porta principale”, incontrare direttamente i buyer provenienti da diverse città della Cina ed iniziare un rapporto con uno dei Paesi oggi più importanti per l’export del vino.

Partecipare a QWine significa usufruire di una presenza continua sulle principali piattaforme mediatiche nazionali ed estere. QWine non è solo un appuntamento fieristico, ma si inserisce in un grande progetto della città di Qingtian, che si appresta ad essere il “Centro internazionale del vino importato” e rientra nella nuova idea di sviluppo cinese meglio conosciuta come “One Belt One Road Initiative” voluta e sostenuta dal governo centrale di Pechino.

“Un doveroso ringraziamento alle 15 cantine che hanno aderito all’open day della piattaforma commerciale QWine che si appresta a diventare il “Centro nazionale cinese del vino importato – afferma Nicola Cainero di Stile Italiano, società che coordina questa azione di mercato in terra cinese – E’ stato un piacere e da friulano anche motivo di orgoglio condividere, con tutte queste eccellenze del vino della nostra regione, il percorso che tra meno di due mesi ci porterà ad essere presenti e speriamo protagonisti a Qintiang. In questi mesi di avvicinamento all’evento – continua Cainero – abbiamo avuto modo di interfacciarci e collaborare con realtà imprenditoriali la cui abitudine è parlare con fatti concreti, che hanno dimostrato grande coesione e spirito di gruppo, un requisito fondamentale per affrontare una sfida commerciale così importante ed avvincente e che sono in grado di riflettere nei loro prodotti la passione ed amore per il lavoro e la nostra terra”.

Qingtian si trova nella provincia di Zhejiang che, con le sue infrastrutture avanzate, uno dei cinque porti più trafficati del mondo e il quarto Pil più alto tra le province cinesi, si conferma tra le aree più sviluppate e prospere della Cina e attualmente la più attraente del mercato cinese. Situata a 80 chilometri dall’aeroporto internazionale di Wenzhou e a soli 50 chilometri dal porto della stessa Wenzhou, città importantissima per l’import/export, da Qingtian si possono raggiungere comodamente altri punti stretegici, come l’aeroporto di Shangai Hongqiao o il porto di Ningbo, grazie alla superstrada e alle reti ferroviarie ad alta velocità che attraversano l’intero territorio.

“Un ringraziamento è doveroso farlo al Presidente Michele Pavan del Consorzio Friuli Colli Orientali e Ramandolo ed al Presidente Robert Princic del Consorzio Collio per il costante supporto e per aver acettato l’invito loro rivolto dalla Municipalità di Qintiang a presenziare all’open day QWine per presentare il territorio del Colli Orientali Ramandolo e Collio – conclude Cainero -ci sarà con un focus su alcuni vitigni autoctoni friulani in occasione di una serie di meeting, organizzati dalla Municipalità di Quintiang, a cui parteciperà la stampa specializzata cinese e primari buyers”.

Di seguito le cantine che parteciperanno al QWine 2018:
Ermacora Dario
Az. Agricola Grillo Iole
La Sclusa di Zorzettig
Az. Agr. Zorzon di GiorgioDeganis
Az. Agr. Gradis’ciutta
Az Agricola Stanig
Cantina produttori di Cormons
Soc Agricola Kurtin
Az Agricola La buse da Lof
Tenuta Beltrame
Ronco dei Pini
Adriano Gigante
Piera Martellozzo
Az. Agricola Cozzarolo Giovanni
Az. Agricola Petrussa.

Lascia un commento