Ventimiglia. Nathan Labolani morto per una fucilata all’addome ad Apricale

Una morte terribile per un giovane escursionista di Ventimiglia. Nathan Labolani, 19 anni, è morto per una fucilata all’addome esplosa da un cacciatore. E’ successo nel corso di una battuta al cinghiale nel territorio di Apricale (Imperia).

Il cacciatore avrebbe scambiato il giovane di 19 anni, un escursionista, per una preda e avrebbe esploso un colpo dalla propria carabina ferendolo al braccio e all’addome. A nulla sono valsi i soccorsi del personale del 118. Sul posto anche carabinieri e vigili del fuoco.

E’ stato allertato anche un elisoccorso da Cuneo, che ha trasferito l’equipe medica direttamente sul posto, ma a nulla sono serviti i soccorsi. Labolani non faceva parte della battuta di caccia al cinghiale ma era un semplice escursionista.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin