Idee per rendere più dolce l’autunno: perché scegliere la torta bavarese

161

Voglia di dolci? Il desiderio cresce in questa fase di passaggio dall’estate all’autunno. Gustare qualcosa di gustoso aiuta a lasciarsi indietro le giornate al mare e in relax ed addolcire il ritorno ai ritmi quotidiani frenetici. Chi ha voglia di dolci ricorre alla pasticceria di fiducia. C’è chi, invece, prepara in casa il dolce preferito traendo ad esempio ispirazione dal web dove si trovano numerose ricette da cui prendere spunto e dove è anche possibile acquistare tutti gli strumenti idonei a preparare i dolci. Tra i più gustosi ci sono i cosiddetti dolci al cucchiaio ed in particolare l’intramontabile torta bavarese. Seppure non italianissima, è molto apprezzata dagli italiani. Scopriamo di più di questo dolce.

La torta bavarese: origini francesi

Innanzitutto non bisogna farsi ingannare dal nome. Infatti la ricetta della torta bavarese è una creazione delle pasticcerie francesi. Non si confonda quindi con la Bavaria, regione tedesca. Il dolce è a base di latte, zucchero, uova, panna fresca e gelatina. Risale all’Ottocento ed è strato realizzato da pasticceri della Francia. La bavarese si è fatta apprezzare grazie alla continua ricerca dei maîtres pâtissier e degli chef. Sono stati loro a portarla nelle maggiori corti del Vecchio Continente. Il dolce, inizialmente servito sulle tavole dei nobili, è arrivato poi tra i borghesi e, infine, si è diffuso tra tutta la popolazione. La Bavarese pare sottintenda la parola crema. Sul piano linguistico sarebbe valido l’uso del maschile. Infatti il nome del dessert in francese è bavarois. Quindi il termine sottinteso sarebbe budino. Al di là della sua storia e delle dispute linguistiche, questo dolce al cucchiaio convince tutti e si presenta in diverse ricette.

Bavarese: la storia della crema

Il cuore della ricetta originale è la crema alla Bavarese. Il dolce affonda le sue radici sia nella bevanda tedesca omonima sia nella crema inglese. In effetti è una variante della crema pasticcera che usa come addensanti la gelatina e le uova. Poi si aggiunge anche la panna montata che fornisce al bavarese la consistenza soffice per cui è nota. La bavarese doc è essenziale. Solo la crema abbinata ad uno strato di pan di Spagna inzuppato in uno sciroppo alcolico o in un liquore. Facendo una rapida ricerca sul web o sfogliando i classici libri di cucina, si trovano varianti che combinano il budino a confetture, frutta, cioccolato, marmellate, caffè e ai gusti più gettonati del momento.

Torta Bavarese al cioccolato: la ricetta originale

Esistono in effetti svariate versioni dello stessodolce, al cocco e lime, alle fragole, al cioccolato bianco e salsa alla menta, ma la ricetta originale della bavarese è al cioccolato. È un continuo aggiornamento, ma la ricetta classica non conosce rivali. Chi vuole cimentarsi nella preparazione della torta bavarese classica deve avere in cucina gli ingredienti giusti. Servono per una porzione base 250 gr. di latte intero, 150 gr. di zucchero, 4 tuorli d’uovo, 250 gr. di panna fresca. Inoltre si necessita di una quantità compresa tra 6 e 10 fogli di gelatina in base alla consistenza desiderata e una bacca di vaniglia. La ricetta crema bavarese prevede un procedimento molto rigoroso. Attenti quindi a non sbagliare i passaggi, altrimenti il risultato non sarà quello atteso. Nell’acqua fredda bisogna fare ammorbidire i fogli di gelatina. Quindi in un recipiente si sbattono i quattro tuorli d’uovo insieme allo zucchero. Si mescola sino ad avere una crema spumosa e chiara. A questo punto si prende un pentolino. Si scalda il latte con la bacca di vaniglia e lo si portaa bollore. Quando inizia a bollire si spegne il fuoco e si lascia a riposo il latte per cinque minuti e si toglie la bacca di vaniglia. Poco alla volta va aggiunto il composto di uova e zucchero mescolando in modo costante. Quando si è versato completamente, si riaccende il fuoco portando ad ebollizione senza mai fermarsi nel mescolare. Per fare questa operazione serve il classico cucchiaio di legno. Bisogna prestare attenzione al bollore. Appena inizia a vedersi si spegne il fornello e si incorporano i fogli di gelatina uno alla volta. Si mescola e si lascia in seguito raffreddare il tutto. Ci siamo quasi. Si monta a neve la panna fresca e la si incorpora sino ad ottenere un composto omogeneo. Si versa in coppette, in una tortiera o nei bicchieri. Si lascia rassodare in frigo per circa due ore prima di servire. Il risultato sarà un dolce gustoso che certamente renderà più dolci le grigie giornate autunnali.