Disfunzione erettile: cause, rimedi e paure. Soprattutto fra i giovani è vissuto come un incubo

Quanti di noi, forse tutti, al momento di approcciare per la prima volta ad una donna e alle prese col primo rapporto sessuale ci siamo fatti assalire da dubbi, paure ed ansie da prestazione. Quante volte ci siamo ritrovati a navigare il vasto mondo di internet in cerca di blog e forum dove trovare risposte a domande che poi, solo all’atto pratico avremmo realmente trovato.

Quello della disfunzione erettile in realtà è un problema che sarebbe errato limitare al primo rapporto da giovani, alla paura di come sarà e se si riuscirà ad essere all’altezza. Ciò riguarda un vastissimo target, per età ed esperienze diverse, single e rapporti di coppia. Una disfunzione che sfugge da qualsiasi tipo di classificazione e in cui, che lo vogliamo ammettere o no, ci siamo caduti quasi tutti.

Le motivazioni che possono generare una disfunzione erettile sono molteplici, alcune delle quali piuttosto ricorrenti, come spiega il team medico di andrologia-internazionale.it. In primis ve ne sono alcune che prescindono dallo status di libero o impegnato, come ad esempio la mancanza di sicurezza in sé stessi. Essa può essere bloccante nel caso in cui ci ritroviamo single e a caccia di “compagnia”, dunque avere il timore di rimetterci su piazza e alla prova, con la paura di non essere all’altezza del partner e di deluderlo generando una profonda umiliazione per sé stessi.

Tale motivazione è altrettanto valida quando viviamo una relazione di coppia. Se da poco tempo, per il rischio di perdere la persona che frequentiamo a causa di problemi nella sfera sessuale, importantissima. Allo stesso modo se in una storia che dura da anni, col tempo, non è inusuale cadere in una perdita di autostima a causa di un aspetto fisico di noi stessi che non troviamo più decoroso, riflettendo tale condizione nel rapporto con il partner.

Ovviamente la disfunzione erettile può anche essere di natura fisiologica, oppure figlia di stress a lavoro o per le più disparate ragioni che viviamo quotidianamente, o infine per l’incapacità di sapersi parlare. Quest’ultimo aspetto è profondamente sottovalutato, sia come causa del problema che come soluzione. Parlare anche delle proprie debolezze, soprattutto in ambito sessuale, aiuta a non sentirsi sotto il giudizio del partner, ad avere un complice ed un approccio decisamente più sereno. Per farlo occorre ovviamente disponibilità al dialogo e comprensione dal partner, grande libertà e apertura mentale oltre ad un feeling che immutato fuori dal letto lo si può col tempo riportare nella più profonda intimità.

Lascia un commento