Genova. Borzoli: litiga con la madre tredicenne si lancia nel vuoto

Dramma familiare sulle alture del capoluogo. Un ragazzino di 13 anni ha litigato con la madre, poi si è lanciato nel vuoto, morendo sul colpo. È successo a Borzoli. La donna è stata ricoverata in stato di choc all’ospedale.

Sul posto sono intervenute le volanti e i vigili del fuoco. Il ragazzino si è tolto la vita in via Borzoli, nell’omonimo quartiere. A quanto si apprende era seguito dai servizi sociali a causa della reazione avuta alla separazione dei genitori. Una separazione difficile, che aveva visto anche l’intervento del tribunale dei minori.

L’adolescente era andato a scuola e non era rientrato a casa. La madre lo ha cercato e lo trovato dopo poco sul ponte che collega gli edifici di via Borzoli. Quando la donna lo ha visto, lo ha rimproverato e il ragazzo si è buttato nel vuoto. Sulla vicenda indaga la polizia con la sezione Volanti e la Squadra Mobile.

Lascia un commento