Vigile del Fuoco morto ad Ancona: è Cristiano Lucidi di Montemarciano

I Vigili del Fuoco sono in lutto per la grave perdita di un collega anconetano di soli 47 anni. Cristiano Lucidi aveva da poco terminato il turno di servizio quando è volato per diversi metri da una finestra del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Ancona dove lavorava.

Cristiano Lucidi lascia due bimbi piccoli e la moglie. Abitava a Montemarciano dopo una vita passata in varie caserme d’Italia. Ieri poco dopo le 20, al termine del turno di servizio, Cristiano Lucidi è caduto da una finestra dell’edificio sede del Comando provinciale e della Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco ad Ancona. I colleghi lo hanno soccorso praticando le prime manovre rianimatorie e poi affidandolo al 118. Qualche ora dopo è morto al pronto soccorso dell’Ospedale di Torrette Ancona.

Si parlerebbe di cause accidentali. Nato nel 1971 ed entrato nel Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco nel 1997 aveva prestato servizio a Varese, Bologna e Rimini perfino ad arrivare ad Ancona nel 2004 dove fino a ieri prestava servizio. La sua passione per la meccanica ed i motori e le ampie competenze in materia, inoltre, lo avevano portato da oltre due anni ad essere nominato Capo autorimessa provinciale con l’incarico di assicurare il funzionamento di oltre 200 automezzi. Aveva partecipato anche ad interventi di soccorso ed in tutte le calamità nazionali degli ultimi anni. Da anni residente a Marina di Montemarciano, lascia due figli, minori, e la moglie. In questi momenti così difficili tutto il personale dei vigili del fuoco si stringe con un forte sentimento di vicinanza e solidarietà alla famiglia.

Lascia un commento