Niente ripescaggio per Novara, Catania e Siena: la Serie B rimane a 19

121

Il Collegio di garanzia dello sport presso il Coni ha dichiarato inammissibili i ricorsi presentati. La decisione è stata presa a maggioranza, con il dissenso del presidente del collegio, Franco Frattini. “La serie B resta a 19 squadre ma io ho votato contro”. A precisarlo Frattini. “Per la prima volta nella mia carriera da presidente ho votato contro la decisione presa a maggioranza. Finisce 3-2, con il mio voto contrario contenuto in una dichiarazione ufficiale che spiega l’inammissibilità di tutti i ricorsi. Il campionato continua a 19 squadre”. Il Collegio ha respinto i ricorsi di Ternana e Pro Vercelli contro la Lega Nazionale Professionisti Serie B e nei confronti della Federazione Italiana Giuoco Calcio, della Lega Nazionale Professionisti Serie A, della Lega Italiana Calcio Professionistico, delle società Novara Calcio, Robur Siena, Virtus Entella, Calcio Catania, per la decisione della Lega B di bloccare i ripescaggi e di pubblicare il calendario del campionato con l’organico a 19 squadre. Respinto anche il ricorso da parte delle stesse società contro le delibere del Commissario Straordinario della FIGC Roberto Fabbricini, dello scorso 13 agosto 2018, con cui di fatto la Federazione ha dato l’ok per la Serie B a 19 squadre. La sentenza del Collegio di Garanzia del Coni è arrivata a proposito del format della serie B e sugli eventuali ripescaggi. La questione più rovente era la legittimità della riforma della cadetteria approvata da Fabbricini che su pressione di Balata, presidente della Lega di B, aveva approvato il formato a 19 squadre scatenando la reazione di numerosi club che hanno chiesto di essere ripescati. Tra questi la Ternana, la Pro Vercelli e la Virtus Entella che hanno presentato ricorso in merito alla classifica dei club ripescabili che al momento vede davanti Novara, Catania e Siena.