Asia Argento blocca il pagamento di 130 mila dollari a Jimmy Bennett

Colpo di scena. Asia Argento passa al contrattacco e blocca i pagamenti a Jimmy Bennett. Il suo nuovo avvocato Mark Jay Heller ha riportato la posizione dell’attrice. L’italiana smentisce di avere mai avuto una relazione sessuale con il giovane ex attore-bambino che l’accusa di molestie quando lui era minorenne. Il legale dell’Argento inoltre annuncia che la donna ha bloccato i pagamenti concordati dall’ex compagno Anthony Bourdain per mettere la storia a tacere.

“La relazione con Bennett non è mai stata sessuale, ma alla fine si scoprirà che è stata lei ad essere attaccata da Bennett” ha dichiarato Heller. “Ora che Bourdain è morto e non può commentare sul desiderio di evitare un potenziale scandalo, Asia non permetterà che nessun’altra rata del pagamento dei 380 mila dollari concordati sia pagata a Bennett che ha già ricevuto 250 mila dollari”.

“Il coraggio di Asia quando ha accusato Harvey Weinstein non è svanito. La fase due del movimento #MeToo impone che la voce di una vittima, anche quando c’è una storia che la mette in dubbio, sia ascoltata”, ha precisato l’avvocato. “Asia – ha aggiunto – spera che alla fine il Tribunale della Pubblica opinione determinerà che Asia non ha mai avviato un contatto sessuale inappropriato con un minore, bensì è stata attaccata da Bennett e ora soffre le conseguenze di una campagna di fango da parte degli accusati che hanno interesse a che i loro accusatori perdano credibilità”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin