Alimenti Canapa per persone che amano mangiare sano

185

La canapa alimentare è un cereale che vanta delle proprietà nutritive molto importanti. E’ molto apprezzata dai celiaci in quanto può essere essere usata in sostituzione del frumento. Grazie alle sue proprietà nutritive questa pianta è un alimento molto nutriente. Infatti è ricco di proteine vegetali e di aminoacidi essenziali. E’ adatto per chi vuole seguire una dieta sana. Il tema alimenti canapa è uno dei più ricercati anche su Google, soprattutto in Italia. Infatti negli ultimi anni la canapa è stata molto rivalutata. Lo si può leggere su portali di settore come oasidellacanapa.com.

Alimenti canapa: crescono gli estimatori

Sono sempre di più le persone che si avvicino ad un’alimentazione più sana introducendo nella dieta varietà di cereali nuove rispetto alla dieta mediterranea. C’è al momento poca conoscenza sull’utilizzo della canapa industriale come alimento dalle notevoli proprietà. La coltivazione della canapa sativa e la sua trasformazione, con impieghi agroalimentari, oltre che commerciali e ambientali, punta a recuperare una tradizione che è anche parte della cultura italiana. E’ importante distinguere due specie differenti come Cannabis Indica da droga (la Canapa indiana) e la Cannabis Sativa da fibra. L’apertura alla coltivazione, con la Circolare del MIPAAF dello 02/12/1997, stabilisce le modalità da seguire da parte degli agricoltori interessati. Le varietà di Cannabis Sativa, ammesse alla coltivazione nell’ambito dell’Unione Europea, elencate nell’allegato XII del Reg. CE 1251/1991, devono contenere un tenore di THC (tetraidrocannabinolo), il principio psicoattivo della cannabis Indica presente nelle infiorescenze, inferiore allo 0.2%; il Cannabidiolo (CBD), presente nei semi, non ha alcun effetto. I semi non contengono mai THC. Giunti a maturazione, i semi sviluppano un guscio duro e sottile di colore grigio o marroncino. Si presantano come piccoli granelli color giallo-paglia e al palato hanno una consistenza morbida e un gradevole sapore di mandorla. Si usano decorticati, privi del tegumento. Rispetto a quelli interi contengono più acidi grassi e proteine. E’ ad oggi il prodotto più diffuso.

Canapa: le lavorazioni alimentari

La farina ottenuta dalla canapa si presenta di colore bruno ambrato, morbida. Apporta alle preparazioni un patrimonio di preziosi nutrienti. Conferisce un gusto leggero nocciolato e un colorito bruno vivace agli impasti. L’apporto calorico è inferiore rispetto a quello della farina di frumento. Ciò perché l’energia è fornita soprattutto dalle proteine anziché dall’amido.

La birra di canapa

La Canapa appartiene alla famiglia delle Cannabaceae, piante che ospita anche tutte le varietà dei luppoli. E’ disponibile in commercio la birra alla canapa che si distingue per le sue caratteristiche di conservabilità, gusto e profumo. E’ una birra da intenditori, dal carattere deciso. E’ ideale per pasteggiare ma appropriata anche se servita sola per chi ha voglia di una buona birra. Si schiuma compatta nel calice. Al naso ricorda la fioritura. La degustazione al palato migliora ad ogni sorsata.

Semi di canapa: le proprietà

Vantano importanti proprietà nutrizionali. Contengono notevoli quantità di proteine vegetali e di aminoacidi essenziali ad elevato valore biologico. Sono una fonte naturale di fibre alimentari. In essi sono contenute vitamine del gruppo B: B1, B2, B6, vitamina D e vitamina E. Sono inoltre fonte di potassio e fosforo. I grassi contenuti nei semi, dai quali si estrae anche l’olio di canapa, sono grassi costituiti da Omega 3, Omega 6 e Omega 9. Questi nutrienti essenziali trasmettono ai semi di canapa proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. L’uso dei semi di canapa nella dieta aiuta il sistema nervoso. Concorre anche a combattere malattie come acne, asma e colesterolo.