Catania Tango Festival 2018 – Il bilancio

Angelo Grasso: “Catania crocevia di popoli da tutto il mondo che hanno ballato ma anche portato indotto turistico in Sicilia grazie al Festival”

Sono numeri importanti quelli prodotti dalla 18^ edizione del Catania Tango Festival appena conclusa. Numeri che
ancora una volta hanno consacrato la kermesse tanghera come uno dei più rilevanti Festival mondiali, di certo uno dei
più amati per gli “aficionados” perché coniuga magnificamente turismo e passione per il tango.
Delegazioni di appassionati provenienti da 32 Paesi nel mondo; 15 regioni d’Italia; quasi 500 partecipanti ai corsi di
perfezionamento della pratica tanghera ogni giorno; 8 coppie di ballerini, ‘stelle’ del firmamento mondiale del tango; 14
Tango Dj provenienti da tutta Europa e finanche dall’Argentina più gli allievi di un corso per Tango DJ tenutosi durante
i giorni della kermesse; 2 formazioni di musica dal vivo (l’Ensamble quot; Mariposa quot; e la Tango Harmony Budapest
Orchestra). E ancora, numeri da capogiro ad ogni serata della dieci giorni del Catania Tango Festival, il festival più
lungo del mondo, in media 1000 persone ad ogni appuntamento con un picco di 1500 in occasione del Ferragosto.

Questa 18^ edizione – ha dichiarato Elena Alberti, Presidente di CaminitoTango, l’Associazione culturale
organizzatrice del Festival –  è andata oltre le nostre più rosee aspettative considerando il periodo di crisi generale. La
nostra soddisfazione più grande è l’aver appreso che ormai ci sono degli habituè della nostra manifestazione, cosa che
la dice lunga sulla bontà di questo Festival e sull’offerta anche turistica che negli anni abbiamo saputo creare.
Parlando dei numeri, in alcuni casi abbiamo battuto dei record già alti lo scorso anno, in altri abbiamo equiparato la
stessa cifra. Sono dati eccezionali! Siamo molto soddisfatti – conclude – perché questo successo va a coronare un
magnifico anno di lavoro”.
Conclusa la 18° edizione, il direttore artistico, Angelo Grasso, pensa già alla 19°. Confermata la data dal 9 al 18
agosto 2019.

L’anno prossimo, conferma Grasso, vedrà per la prima volta la presenza al Festival di Fabian Salas e Lola Diaz.
Fabian Salas assieme a Gustavo Naveira è considerato uno degli innovatori della tradizione del Tango Argentino
contemporaneo: “Smaltita l’adrenalina, ritorneremo subito al lavoro per la prossima edizione, che richiede un intero
anno di impegno intenso. È nostra intenzione elaborare di anno in anno un vasto e qualitativamente valido programma
culturale sul tango”.

Poiché il pubblico di appassionati di tango è davvero irriducibile Caminito Tango Catania non si fermerà neanche
questa settimana, anche per permettere a chi ha qualche giorno in più di ferie di godersi le bellezze dei luoghi,
ovviamente a ritmo di tango: si riparte subito martedì 21 al Marè, sul lungo mare di Acicastello, Sabato 24 agosto si
balla alla Plaza del Lido azzurro e domenica 25 agosto ancora in pista in piazza Duomo, ad Acireale, per un evento
patrocinato dal comune in perfetto connubio Tango e Barocco.

Lucio Di Mauro

Giornalista - Presentatore Conduttore TV - Critico Teatrale e Cinematografico - Iscritto Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani

Lascia un commento