Passo Stelvio, il 1° settembre torna la giornata della bici

Torna anche quest’anno, con l’edizione numero 18, la giornata delle bici a Passo Stelvio. Sabato 1° settembre, i 48 tornanti che portano a quota 2.758 metri di altitudine dopo 25 chilometri di strada e un dislivello di 1.896 metri, si trasformeranno nel regno delle due ruote. Sono attesi oltre 10 mila ciclisti, i quali potranno godere di un panorama mozzafiato sul ghiacciaio dell’Ortles senza doversi preoccupare di auto o altri mezzi a motore, dato che la strada sarà chiusa al traffico dalle 8 alle 16 nel tratto da Trafoi al passo.

Previste chiusure anche per il passo Umbrail, in Svizzera, nonché per il versante lombardo dello Stelvio. La giornata delle bici prevede due punti di ristoro ai tornanti 31 e 14, dove saranno distribuiti prodotti locali. Gli organizzatori ricordano a chi volesse partecipare di dotarsi di casco, abbigliamento caldo e scorte d’acqua sufficienti, e di non eccedere con la velocità nella fase di discesa.

L’appello della polizia municipale, invece, è quello di parcheggiare le auto fuori dal centro abitato di Prato allo Stelvio e, per chi si muovesse in bici già nelle primissime ore della giornata, di dotarsi di un adeguato impianto di illuminazione per garantire la sicurezza. Per ogni evenienza è a disposizione il numero unico di emergenza 112. L’organizzazione della giornata delle bici a Passo Stelvio, oltre che su un grande numero di volontari, può contare sulla collaborazione di vigili del fuoco volontari, Corpo permanente dei vigili del fuoco di Bolzano, Croce bianca, Carabinieri, polizia municipale, collaboratori del Parco nazionale e del Servizio strade dalla Venosta, sindaci, polizia cantonale svizzera di val Monastero e associazione sportiva Sportverein Prad.

Lascia un commento