Palermo in lutto: è morta Rita Borsellino

Si è spenta a 72 anni Rita Borsellino, sorella del magistrato Paolo ucciso dalla mafia nel ’92. Minore dei quattro fratelli Borsellino, si è sempre battuta affinché si arrivasse alla verità sulla morte del fratello. Eletta europarlamentare nel 2009 nelle liste del Pd, è rimasta al parlamento europeo fino al 2014. Nel 2006 si era anche candidata alla presidenza della Regione, venendo però sconfitta da Salvatore Cuffaro.

La camera ardente sarà allestita in un bene confiscato alla mafia in via Bernini, a Palermo, assegnato dal Comune al Centro Studi “Paolo Borsellino”. Maria Falcone, sorella del giudice Giovanni Falcone, ucciso nella strage di via D’Amelio, ha commentato la notizia affermando che “con Rita Borsellino scompare una figura di grande umanità e una vera combattente per l’affermazione dei valori della legalità e della democrazia. “Reagì al grande dolore per la drammatica perdita del fratello Paolo con la determinazione di far continuare a vivere le idee per cui lui aveva lottato fino alla morte”, ha aggiunto la presidente della Fondazione Falcone.

“Ho appreso con grande tristezza la notizia della scomparsa di Rita Borsellino – ha dichiarato in una nota il presidente della Repubblica Sergio Mattarella – alla quale mi legavano sentimenti di vera amicizia e di condivisione. Con coraggio e determinazione, ha raccolto l’insegnamento del fratello Paolo, diventando testimone autorevole e autentica dell’antimafia e punto di riferimento per legalità e impegno per migliaia di giovani”.

Lascia un commento