Legambiente denuncia la privatizzazione delle coste

Più del 60% delle coste sabbiose in Italia è occupato da stabilimenti balneari. In alcuni comuni si arriva al 90%. A rivelarlo è il dossier Legambiente “Le spiagge sono di tutti”.

L’organizzazione ambientalista denuncia la privatizzazione delle coste in Italia. Sono ben 19,2 milioni di metri quadrati di spiagge sottratti alla libera fruizione, nonostante gli 8 mila chilometri di costa della Penisola, delle due isole maggiori e delle oltre 800 minori.

I numeri sono schiaccianti. In Emilia Romagna solo il 23% della costa presenta spiagge libere, in Liguria appena il 14%. Non va meglio nel resto delle Regioni italiane.

Lascia un commento