Diano Marina. Sessantenne morto per la puntura di un calabrone

E’ morto per choc anafilattico dopo la puntura di un calabrone un turista svizzero di 61 anni. L’uomo avrebbe compiuto 62 anni a dicembre. Lo straniero è stato punto mentre era sul terrazzo di un appartamento dove trascorreva un periodo di vacanza. E’ accaduto a Diano Marina (Imperia). L’elvetico è morto mentre la moglie stava chiedendo aiuto al personale della Croce Rossa.

Il vacanziero è stato trovato cadavere nella propria auto parcheggiata davanti alla Croce Rossa di Diano Marina. La moglie lo aveva lasciato in auto qualche istante, per chiedere aiuto ai militi della CRI, ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

In vacanza con la moglie nell’entroterra di Diano, l’uomo è stato punto dall’insetto. La moglie è riuscita ad uccidere il calabrone, poi accortasi delle gravi condizioni in cui versava il consorte, lo ha portato in macchina per accompagnarlo all’ospedale. Una corsa contro il tempo, finita davanti alla sede della Croce Rossa di Diano Marina in corso XX Settembre. Vedendo il presidio della CRI la donna ha accostato l’auto per chiedere soccorso, quando è tornata dal marito, pochi istanti dopo, l’uomo era già morto. Sul posto è sopraggiunta anche una pattuglia dei carabinieri per le indagini di rito.

Lascia un commento