Attentato a Caracas. Nicolas Maduro accusa Julio Borges

Il presidente Nicolas Maduro ha accusato Julio Borges, uno dei più importanti leader dell’opposizione. I sospetti del Presidente del Venezuela sono ricaduti sull’ex presidente del Parlamento ora in esilio in Colombia.

Per Maduro il rivale è collegato al presunto attentato con i droni. “I terroristi – ha denunciato – sono stati addestrati in Colombia, “nel nord di Santander”.

Il tentativo di assassinio è stato messo a segno lo scorso sabato, quando due droni armati sono esplosi vicino al presidente. Maduro in quel momento stava parlando all’aperto durante una celebrazione militare.

Lascia un commento