Leinì. Severino Bergamini uccide a martellate la suocera Adele Crosetto

Dramma familiare in via Provana a Leinì (Torino). Adele Crosetto è stata uccisa a martellate dal genero Severino Bergamini. L’omicidio è avvenuto in una cascina al civico 21.

Severino Bergamini, 71 anni, ha preso a martellate la suocera Adele Crosetto di 84 anni, mentre era nel letto. I due, secondo quanto riferito dalla moglie dell’uomo, non si parlavano da anni e non si sopportavano. Da qualche tempo l’anziana non era autosufficiente e necessitava di continua assistenza. Abitava al pianterreno, mentre il genero viveva al primo piano della cascina.

Bergamini ha sostenuto di avere agito in preda ad un momento di esasperazione. E’ stato lui stesso a chiamare i Carabinieri convinto di averla uccisa, ma l’anziana era ancora viva al momento dell’arrivo dei sanitari. E’ stata trasportata in elisoccorso all’ospedale Cto di Torino dove è spirata a causa delle gravi ferite craniche riportate. Il settantenne prima è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio e poi con quella di omicidio, che gli è stata notificata quando lui si trovava già in carcere.

Lascia un commento