Al via la 64esima edizione del Taormina Film Fest siglato Videobank

Una sfida avvincente ricca di anteprime, ospiti nazionali e internazionali, masterclass che si aprirà anche alla città La conferenza stampa all’Hotel Timeo ha dato ufficialmente il via alla 64esima edizione del Taormina Film Fest, organizzato da Videobank e promosso dalla Fondazione Taormina Arte e il contributo dell’assessorato Regionale al Turismo.
La prestigiosa kermesse si terrà dal 14 al 20 luglio e si svolgerà tra il palazzo dei Congressi, il Teatro antico, coinvolgendo quest’anno tutto il
cuore e le piazze di Taormina.
Un appuntamento atteso, dunque, che, come è stato subito evidenziato, ha confermato di avere tutti i numeri per imporsi come uno degli eventi più importanti del panorama cinematografico internazionale. In cartellone ospiti di eccellenza, documentari, corti, masterclass, e prestigiosi premi come il Tauro D’Oro e il Taormina Arte Award.
È stato uno dei direttori artistici, Gianvito Casadonte (Silvia Bizio ancora a Los Angeles per gli ultimi dettagli organizzativi) che ha illustrato il programma nella sua interezza.

Per la prima volta si vedranno 13 film anteprime mondiali, 6 anteprime internazionali, 5 anteprime italiane. Fra i film italiani un film di Antonello Grimaldi che ha preferito Taormina ad altri festival. Sono poi 14 i film in concorso, 12 documentari inediti, partnership importanti, come quella con il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma che vedrà una selezione di corti curata da Daniele Lucchetti. Oltre alle anteprime numerosissime star nazionali e internazionali e una specializzata giuria tutta al femminile: Rupert Everett, Richard Dreyfuss, Matthew Modine, Maurizio Millenotti, Michele Placido, Sabina Guzzanti, Monica Guerritore, Beppe Cino, Tony
Sperandeo, Gaetano Curreri, Pietro Valsecchi, Michela Andreozzi, Martha De Laurentiis, Maria Grazia Cucinotta, Adriana Chiesa, Donatella Palermo, Paola Ferrari De Benedetti e Maria Sole Tognazzi.
«Per me è un grande orgoglio essere qui – ha esordito Gianvito Casadonte, direttore artistico della 64esima edizione del Taormina Film Fest – Lavorare e portare le star a Taormina non è difficile. Difficile è farlo in pochissimo tempo. Taormina ha un prestigio internazionale di alto livello, ma è sempre necessario programmare. Il risultato ottenuto in 15 giorni è esaltante. Abbiamo lavorato giorno e notte».
Sandro Pappalardo, assessore regionale al Turismo, portando i saluti del presidente della Regione, Nello Musumeci, ha ribadito l’impegno del Governo Regionale per l’attenzione a tutto il mondo del cinema, dello spettacolo e della cultura.
«Quest’anno abbiamo stanziato una cifra superiore al 2017 perché crediamo in questi mondi, indispensabili alla crescita della Sicilia, non
solo per un incremento dell’impianto turistico, ma anche perché questi spettacoli possano veicolare una giusta immagine della nostra isola. Gli ultimi dati mettono la Sicilia al primo posto come desiderabilità turistica. Siamo riusciti in pochissimi giorni a realizzare un cartellone di eccellenza. La sinergia tra pubblico e privato in Sicilia è indispensabile. Vorrei ringraziare la ditta aggiudicatrice Videobank per l’impegno serio che hanno manifestato affinché questo festival decollasse, dimostrando di essere veramente siciliani».
Lino Chiechio e Maria Guardia Pappalardo, rispettivamente General Manager e Amministratore Unico di Videobank, hanno sottolineato il grande desiderio di potersi spendere per la crescita del territorio siciliano. «Organizzare un festival in così poco tempo è una follia – ha precisato Chiechio – ma a me piacciono le sfide impossibili. Sono sicuro che il Festival sarà comunque all’altezza della sua tradizione. Videobank ha creduto in quest’operazione perché vicina al Festival da 15 anni. Questo progetto è ambizioso. Puntiamo sin da subito all’edizione dell’anno prossimo che vogliamo presentare sia a Venezia che a Berlino».
Maria Guardia Pappalardo ha quindi sottolineato il grande sforzo dell’azienda e di quanti si stanno scommettendo con essa. «Videobank si
sta spendendo tanto, ma lo facciamo per l’amore per Taormina e la Sicilia».
Presente alla conferenza stampa il sindaco di Taormina Mario Bolognari. «Il festival del cinema di Taormina è importantissimo perché rinnova un legame lungo circa 60 anni tra la nostra città e il Cinema. Devo dire che Ufficio Stampa Videobank quest’anno possiamo con grande soddisfazione mettere a disposizione delle strutture che non abbiamo potuto utilizzare negli anni passati grazie ai lavori per il G7. La città accoglie il Festival del Cinema con strutture adeguate all’altezza della manifestazione».
Pietro Di Miceli commissario straordinario della Fondazione Taormina Arte, nella fase conclusiva del suo mandato, ha auspicato che la
Fondazione possa essere una «struttura in grado di dare le giuste risposte che il pubblico attende. All’interno di Taormina Arte ho trovato grande disponibilità e grande voglia di superare i momenti di difficoltà».
A causa dei tempi strettissimi per l’organizzazione dell’evento le anteprime dei film saranno proiettate al Pala-Congressi, ma c’è già grande
attesa per la serata conclusiva della kermesse nella suggestiva cornice del Teatro Antico, che sarà presentata venerdì 20 luglio dal noto giornalista e conduttore televisivo siciliano Salvo La Rosa.

Lucio Di Mauro

Giornalista - Presentatore Conduttore TV - Critico Teatrale e Cinematografico - Iscritto Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani

Lascia un commento