Risorge il “Campone” nella Valle del Serchio

Nella Valle del Serchio, distretto della provincia di Lucca, con l’intento di far crescere l’atletica leggera tra i giovani ed al fine di agevolare i tanti atleti professionisti che praticano questa disciplina come Idea Pieroni, tra le più forti saltatrici in Europa, è stato ricostruito e riaperto il Circolo sportivo “Campone di Fornaci”.

Ideato dal patron del Judo Club Ivano Carlesi, il nuovo impianto sportivo è stato reso possibile, dopo due anni di duro lavoro, grazie al supporto di Vincenzo Manes (KME), sostenitore del progetto che ha coperto insieme al colosso metallurgico buona parte delle spese necessarie per la sua realizzazione. L’intervento della KME, leader europeo nella lavorazione di prodotti e semilavorati in rame, ottone e prodotti speciali, ha permesso agli atleti della Valle di allenarsi nel proprio territorio con comodità e senza dover intraprendere scomodi spostamenti giornalieri.

La realizzazione di questo impianto sportivo è stata secondo le indicazioni dettate della FIDAL (Federazione italiana di Atletica leggera), può quindi essere utilizzato per lo svolgimento di allenamenti ma anche per le molteplici iniziative di promozione dell’atletica.

Con una lunghezza di 220 metri l’impianto è disponibile a tutti gratuitamente e comprende un rettilineo di 100 metri, una pista di atletica leggera, una pedana per il salto in lungo ed una per il lancio del peso. Non era abbastanza per gli ideatori del progetto che, in aggiunta a tutto questo, hanno deciso di realizzare una piscina per corsi estivi nel campo adiacente all’ingresso della struttura, con tanto di lettini ed ombrelloni annessi in vista di un’estate all’insegna dello sport.

L’inaugurazione dell’impianto del Campone

Centinaia i presenti all’inaugurazione della nuova pista di atletica del 2 giugno 2018, tra cui l’ex AD di KME Sergio Ceccuzzi, Francesca Orlando, che ha dichiarato di essere onorata di partecipare anche per via dei rapporti che nel corso degli anni si sono sviluppati tra la comunità e la famiglia Orlando.

Presente anche la medaglia olimpica di bronzo Luigi Benedetti, assieme a Mennea, così come il presidente del Coni Salvatore Sanzo, il quale ha definito il Campone un vero e proprio “paradiso sportivo”.

Belle ed al contempo importanti anche le parole del referente della FIDAL Sergio Martinelli:

“Venendo da Lucca c’è solo invidia per quanto è stato realizzato a Fornaci. Siamo rimasti meravigliati di quello che è stato fatto con questo impianto che mancava in Valle del Serchio e di cui si sentiva l’esigenza. Un impianto che permetterà a tantissime persone di allenarsi. L’Atletica aveva bisogno di quello che è stato fatto a Fornaci che sicuramente, grazie anche all’utilizzo della vicina stazione ferroviaria, potrà essere utilizzato per tante manifestazioni di promozione e per tante gare giovanili con il supporto della Virtus Lucca e della FIDAL”.

Tra le parole del Sindaco di Barga, Marco Bonini, non potevano mancare particolari ringraziamenti alla KME che ha permesso di realizzare questi spazi. La giornata si è poi conclusa con una dimostrazione di ciò che è in grado di offrire il nuovo impianto sportivo, ossia con prove sostenute da atleti affetti da disabilità come il pluricampione Stefano Gori.

Ciò non stupisce dato che Enzo Manes, già fondatore della fondazione no-profit “Dynamo”, ci ha già abituati ad assistere a gioiosi momenti di divertimento regalati da parte di ragazzi meno fortunati. “Dynamo Camp Onlus” infatti, è il primo centro in italia di Terapia Ricreativa. Da anni ospita gratuitamente bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni affetti da gravi patologie ed è considerata nel nostro paese e nel mondo un esempio virtuoso di impresa del terzo settore.

La speranza è che il Campone rappresenterà un punto di riferimento per il territorio, puntando sull’aiuto e il supporto di istituzioni e privati, per la realizzazione di altri grandi progetti, auspichiamo che l’impianto possa essere un trampolino di lancio per i tanti promettenti atleti italiani.

Lascia un commento