Terremoto ad Osaka. Scuole evacuate, treni fermi, gente in strada, morti e feriti

Trema il Giappone: scuole evacuate, treni fermi, gente in strada. Una scossa di terremoto ha colpito duramente la città di Osaka, la seconda località del Paese per numero di abitanti. Conta infatti oltre 2 milioni e mezzo ai quali si aggiungono altri 6 milioni che vivono nell’area urbana.

Il primo bilancio ufficiale del sisma riferisce di 3 persone ritrovate morte e 41 feriti, ma l’emittente Nhk afferma che i feriti sarebbero 200. Tra le vittime, secondo l’agenzia Kyodo, una bambina di 9 anni e un anziano di 80 anni. La bimba è rimasta schiacciata dal crollo del muro perimetrale di una piscina nella città di Takatsuki.

La scossa è stata registrata alle 7.58 del mattino, ora locale due minuti prima dell’una in Italia. Una misurazione preliminare – riscontrata dall’Agenzia meteorologica giapponese – riportava una magnitudo di 5.9 – poi rettificata a 6.1 – e una profondità di circa 15 chilometri. In base ai parametri di misurazione dell’agenzia scientifica americana Usgs, la potenza è stata invece pari a 5.3. Subito escluso il rischio di tsunami, le autorità giapponesi hanno riferito invece di incendi scoppiati in alcuni edifici.

Sono oltre 170 mila le case rimaste senza corrente elettrica per circa due ore. E’ stata sospesa la fornitura di gas a 108 mila abitazioni nelle prefettura di Osaka. Numerosi stabilimenti industriali hanno dovuto bloccare la loro produzione: Panasonic, Daihatsu. La violenza del sisma ha causato l’interruzione del servizio dei treni veloci Shinkansen, la cancellazione di 6 voli aerei da e per l’aeroporto del Kansai. Nessuna anomalia è stata segnalata invece nelle centrali nucleari di Takahama, Mihama e Oi, rende noto il gestore Kansai Electric.

Lascia un commento