Il Direttore incontra tecnici e calciatori della prima squadra del Catania: in archivio la stagione 2017/18

Si è conclusa, con un appuntamento in sede, la stagione 2017/18 della prima squadra: l’Amministratore Delegato Pietro Lo Monaco ed il Direttore Sportivo Christian Argurio hanno incontrato tecnici e calciatori, analizzando il percorso del Catania, individuando i margini di miglioramento del gruppo in chiave futura e sottolineando la necessità di andare fin da oggi oltre l’amarezza, conservando l’orgoglio e la consapevolezza del proprio valore.

Al gruppo, la dirigenza ha riservato il riconoscimento del massimo impegno e degli apprezzabili risultati, purtroppo insufficienti rispetto ad una promozione che Catania ed il Catania avrebbero certamente meritato, per quanto visto in campo e sulle tribune del “Massimino”. Dopo aver rinnovato l’ambizione in vista del 2018/19, il Calcio Catania ha disposto infine il classico “rompete le righe”.

Il Catania ringrazia gli straordinari tifosi rossazzurri: 226.215 spettatori in 23 gare interne

Nei nostri cuori – si legge la nota – e nelle nostre teste è ben radicato un principio, nel duplice significato di questa parola, cioè concetto fondamentale e nuovo inizio dopo ogni triplice fischio: i tifosi del Catania sono la forza del Calcio Catania. 

Da questa basilare convinzione ricaviamo un grande senso di responsabilità e, soprattutto, l’energia per iniziare fin da queste ore a nuotare nell’oceano di lavoro in vista della prossima stagione: Voi sarete con noi, sarete per la maglia, come sempre, e noi promettiamo più del massimo, in termini d’impegno, per ogni fortunato attimo di appartenenza al Calcio Catania che impreziosirà le nostre vite. 

Il calcio, purtroppo, – continua la nota del Calcio Catania – non sempre rende ciò che merita ad una squadra e conseguentemente alla sua gente ed al club: la promozione sarebbe stata il giusto premio per il Catania 2017/18 ma infine non è giunta, per effetto degli episodi, per questioni di legni e di centimetri, per qualche errore, che fa parte del gioco ma non cancella tante vittorie e la massima competitività, garantita nell’arco di una stagione caratterizzata da tanti record e sintetizzata da 25 vittorie (21 in campionato, 2 in Coppa Italia e 2 nei playoff, considerando il risultato con la Robur Siena dopo i tempi regolamentari e dopo gli estenuanti e sfortunati tempi supplementari).

Il Catania è sceso in campo al “Massimino” 23 volte, durante l’annata appena conclusa: ben 226.215, le presenze stagionali nel nostro stadio, numeri che non necessitano di commento ma suscitano ammirazione. 

Un primato, in particolare, dimostra e ribadisce la completa estraneità della tifoseria rossazzurra al contesto della terza serie: la gara più seguita in tutta la Serie C 2017/18 è Catania-Trapani del 23 aprile, in testa alla graduatoria con 18.711 spettatori. 

Con riferimento alle 20 gare interne, tra campionato e playoff, la media di presenze per incontro nella tradizionale casa rossazzurra in Piazza Spedini sfiora quota 11.000; è la prova di una tesi che abbiamo sempre sostenuto: al tirar delle somme, il cosiddetto “calcio che conta” non corrisponde ad una categoria ma è quello nobilitato dalla presenza del Catania, la squadra che non muore mai.  Grazie a Voi, quindi, campioni di passione.

Grazie anche per aver risposto con un atteggiamento esemplare, sugli spalti, a chi si è sgradevolmente permesso di mettere in dubbio la compostezza dell’intero ambiente, garantita invece dal Vostro sentimento: avete risposto da veri catanesi, cioè con la correttezza e con la bellezza della Vostra partecipazione, accompagnata da un impeccabile servizio d’ordine, altro vanto della Catania sportiva.

La nota del gruppo rossazzurro si conclude con: L’amarezza per l’epilogo dei playoff non cancella l’orgoglio che deve unirci, ora e sempre: sembrava la coreografia di una partita di Champions League, quella ammirata nel pre-gara domenica sera, ed ogni luce accesa sugli spalti, che ha reso splendido quel momento, profuma ancora di grande amore ed illumina il nostro futuro. Siamo pronti a riprovarci, insieme. Siamo fieri ed innamorati di Voi.

Lucio Di Mauro

Giornalista - Presentatore Conduttore TV - Critico Teatrale e Cinematografico - Iscritto Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani

Lascia un commento