Crotone, dissequestrato il cantiere di viale Magna Grecia, il luogo dove hanno trovato la morte tre lavoratori

La disgrazia avvenuta nella primavera scorsa lungo il Viale Magna Grecia: tre lavoratori sono stati seppelliti dal muro di contenimento provocando la morte immediata di due lavoratori ed un terzo deceduto a distanza di qualche giorno, continua a fare parlare dell’incidente. L’accaduto è sempre vivo nella mente dei cittadini e lo ricordano ogni qualvolta attraversano quel posto. Un luogo che in questo periodo è il più frequentato giacché la strada costeggia il mare e la spiaggia dove sono sistemate tutte le strutture balneari della città. Un tratto di strada (metà carreggiata lato mare) attualmente sottoposta a sequestro da parte delle autorità competente per i dovuti rilievi giudiziari e quindi il doppio senso di marcia in quel tratto è stato sospeso. Un inconveniente che sta creando enorme disagio e anche pericolo ai tantissimi cittadini che giornalmente lo frequentano. Finalmente, la notizia è di poche ore, è stato dissequestrato il cantiere di viale Magna Grecia. A seguito del dissequestro da parte della Procura l’amministrazione si è già attivata con gli uffici tecnici per l’immediata messa in sicurezza della zona che consentirà il ripristino del senso di marcia nelle due direzioni.

“Ringrazio la Procura della Repubblica di Crotone per aver accelerato tutte le attività di indagine tecnica circa il cantiere di viale Magna Grecia compenetrandosi nelle esigenze dell’amministrazione e le difficoltà dei cittadini soprattutto in vista del periodo estivo” ha dichiarato il sindaco Ugo Pugliese

Lascia un commento