Carlo Cottarelli oggi premier: chiederà la fiducia in Parlamento

L’ex commissario straordinario alla spending review è stato convocato per lunedì mattina al Colle da Sergio Mattarella. Carlo Cottarelli riceverà il mandato di formare un governo del presidente.

E’ lo scenario prospettato dal Capo dello Stato il 7 maggio, quando descrisse la situazione di incertezza e indicò, in mancanza di una maggioranza parlamentare, la strada di un governo tecnico che traghettasse il Paese alle elezioni. Dopo la rinuncia del professor Giuseppe Conte, il voto è una certezza.

Cottarelli sarà il presidente del Consiglio che dovrà portare l’Italia alle elezioni anticipate, che a questo punto è ipotizzabile prevedere per settembre o ottobre. Cottarelli chiederà a deputati e senatori se vogliono portare l’Italia al voto senza aver fatto partire un governo, con i mercati in fibrillazione e il rischio di aumento dell’Iva. Il nome del nuovo premier più volte è stato speso dai nemici della “casta”, a cui forse non tutti vorranno dire di no.

Lascia un commento