Di Maio e Salvini ammettono: salta tutto. Oggi Conte rimette il mandato

Luigi Di Maio e Matteo Salvini concordano: il Governo Conte rischia di saltare. “Questa partita del governo o si chiude entro le prossime 24 ore o non si chiude più, abbiamo già aspettato abbastanza”. E’ quanto ha affermato il capo del M5s.

Dello stesso pensiero anche il leader della Lega. “O si parte o per noi basta, mi rifiuto di trattare ancora per settimane”. Va avanti lo stallo sulla nomina dell’euroscettico Paolo Savona al ministero dell’Economia.

Oggi al Colle è atteso Giuseppe Conte. Sergio Mattarella non può e non farà nessun cambio di rotta. Non darà il via libera a Savona al Mef. Se questo si tradurrà in nuove elezioni significa che è quello che in verità le due forze politiche avranno deciso per l’Italia.

Il Governo balneare

Si torna quindi al piano B, quello che Mattarella aveva proposto davanti ai partiti indecisi. Difficile che il professor Savona ammorbidisca le sue posizioni anti Berlino. Improbabile che l’incaricato Conte lo provi a spostare altrove, magari al suo fianco come consigliere economico. Il Presidente della Repubblica non commenta. Il capo dello Stato oggi sarà al Colle ad attendere. Pronto a ricevere l’incaricato Conte. Se dovesse insistere con Savona all’Economia, se la lista prevedesse per quella casella solo quel nome, allora a Mattarella non rimarrebbe che spiegargli che non può dare il via libera. A quel punto governo balneare ed elezioni ad ottobre.

Lascia un commento