Mattarella vuole il nome: alle 16.3 vede Di Maio, alle 18 Salvini

Le due delegazioni andranno separate. Il Presidente della Repubblica ha convocato i grillini alle 16.30 e la Lega alle 18. C’è l’ipotesi che Luigi Di Maio chieda per se Palazzo Chigi. Repubblica scrive: “Sempre che il segretario della Lega, preso dalla disperazione, sia disposto a dargli il via libera”.

La partita è tutt’altro che chiusa. Il Corriere invece rilancia le opzioni Giulio Sapelli e Giuseppe Conte. Il primo, noto economista che insegna alla Statale di Milano, e Conte, ordinario di diritto privato all’Università di Firenze, vice presidente del Consiglio di presidenza della Giustizia amministrativa. Sarebbero stati contattati nella notte dai vertici dei due partiti vincitori delle elezioni del 4 marzo.

Sapelli ha 71 anni ed è in quota leghista. Conte invece ha 41 anni ed è in quota grillina. Sergio Mattarella riprenderà oggi le consultazioni. Alle 16.30 salirà al Quirinale la delegazione di M5S composta dai capigruppo di Senato e Camera, Danilo Toninelli e Giulia Grillo, e il capo politico del movimento, Luigi Di Maio. Alle 18 sarà la volta della delegazione della Lega composta dai capigruppo di Senato e Camera, Gian Marco Centinaio e Giancarlo Giorgetti e dal segretario federale del partito, Matteo Salvini.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin