Forza Italia scarica Matteo Salvini: “vogliamo le mani libere”

215

Forza Italia si chiama fuori sconfessando il filo leghista Giovanni Toti. “Noi non vogliamo sapere niente, non vogliamo sapere chi saranno i ministri, non vogliamo mettere nessun ministro, non vogliamo nessuna presidenza di commissione. “Noi vogliamo avere quello che si dice le mani libere”. Sono le parole di Licia Ronzulli intervistata da Agorà di Rai Tre. “Non so chi abbia inventato l’espressione astensione benevola non esiste” rincara la dose la collaboratrice di Silvio Berlusconi. L’intesa tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio è stata quindi una responsabilità del leghista. “Qualunque cosa accada non si rompono alleanze e non si tradisce il patto con gli italiani. Non si rompe l’alleanza con Forza Italia, questo è un pre-requisito” garantisce però la Ronzulli. Il presidente azzurro non ha mai parlato di “astensione benevola”. “Voteremo ciò che ci piace”, ha spiegato permettendo al governo di partire senza spaccare la coalizione. “Non so neanche cosa voglia dire tecnicamente astensione benevola” rimarca la deputata azzurra confermando che l’obiettivo di Forza Italia è di “avere le mani libere” in parlamento sui provvedimenti di una maggioranza di cui non farà parte. Per questo i parlamentari azzurri non voteranno la fiducia al nuovo esecutivo. “Non parliamo né di astensione benevola o critica – dichiara Renato Schifani al Giornale di Sicilia – piuttosto è la presa d’atto di una posizione politica che non è pregiudizialmente conflittuale, ma che si riserva di esaminare le singole scelte”.

Terminato incontro Di Maio – Salvini

“Sulla composizione dell’esecutivo e del premier sono stati fatti significativi passi in avanti nell’ottica di una costruttiva collaborazione tra le parti con l’obiettivo di definire tutto in tempi brevi per dare presto una risposta e un governo politico al Paese”. Lo si legge nella nota congiunta di Matteo Salvini e Luigi Di Maio diramata al termine dell’incontro di giovedì mattina alla Camera.