Nazionale. Carlo Ancelotti in panchina già il 28 maggio

Uno degli allenatori che ha fatto la storia del calcio italiano ed internazionale. E’ Carletto Ancellotti, un nome una garanzia. La Federcalcio è in pressing sull’allenatore italiano, vuole affidargli la panchina della Nazionale.

Il commissario Roberto Fabbricini e il suo vice Alessandro Costacurta hanno incontrato il mister a Roma. Per il momento ancora si tratta. Ancelotti inizialmente aveva manifestato delle perplessità. L’ex Bayern Monaco guarda alla Premier League. Ma Billy Costacurta non molla.

Carlo Ancelotti coppa

Manca l’accordo economico

Il nuovo corso commissariale intende proporre al futuro c.t. un contratto più basso (un milione e mezzo netto) con un bonus alto (due milioni e mezzo) nel momento in cui la Nazionale raggiunge la qualificazione a Euro 2020. Mister Ancelotti potrebbe accettare la sfida, naturalmente rivedendo le condizioni economiche.

Coni e Figc vogliono un allenatore di prima fascia per rilanciare il movimento. Ancelotti, più di Mancini e Ranieri, mette d’accordo le varie anime. L’idea è di averlo in panchina già il 28 maggio a San Gallo nell’amichevole con l’Arabia Saudita e nelle successive partite con la Francia (l’1 giugno a Nizza) e con l’Olanda (il 4 giugno allo Stadium di Torino) nel giorno dell’addio di Buffon alla maglia azzurra.

Lascia un commento