Spari a Follonica. Raffaele Papa ha ucciso Salvatore De Simone per una banalità

A quanto riporta il Corriere Fiorentino alla base dell’omicidio che ha scosso Follonica ci sarebbe una banale lite a causa dall’acqua che era finita sulla gastronomia gestita da Raffaele Papa. Salvatore De Simone, albergatore di Follonica, è morto dopo essere stato colpito da alcuni proiettili sparati dall’esercente di 29 anni, poi fuggito e fermato dopo un’ora dai Carabinieri.

È accaduto in via Matteotti in pieno centro. Ferita in modo grave la farmacista Paola Martinozzi e Massimiliano De Simone, fratello della vittima.

Raffaele Papa

In base ad una prima ricostruzione dei Carabinieri gli spari sono stati esplosi dopo una banale lite dovuta all’acqua che era caduta dai balconi dell’albergo sulla gastronomia dell’uomo. Dalle parole si è passato alle offese sempre più pesanti. Fino a quando l’esercente avrebbe affermato: “Vado a prendere la pistola”. Papa, dopo essere fuggito, è stato fermato dai militari che lo hanno portato in caserma.

Lascia un commento