Il trend del 2018: orologeria mondiale in crescita

L’orologeria mondiale è in fase di crescita. A certificare il momento positivo è il dato dell’export svizzero. Come noto infatti la Svizzera è tra le maggiori Nazioni produttrici ed esportatrici di orologi. Le esportazioni elvetiche a febbraio hanno toccato quota 1.69 miliardi di franchi pari a 1.44 miliardi di euro. In termini percentuali la confederazione registra un +12,9% rispetto al 2017.

Orologi il trend del 2018

Non si trattta di dati isolati ma di una tendenza che si conosolida. L’industria degli orologi beneficia del generale clima di fiducia, che in tutto il Mondo spinge ad accrescere consumi ed investimenti. Nel primo bimestre 2018 l’export svizzero è stato di 2.82 miliardi di euro (+12,8%) sul periodo gennaio-febbraio 2017. L’export di orologi dalla Svizzera beneficia anche del parziale deprezzamento del franco rispetto al dollaro.

Chi compra orologi

C’è una classifica mondiale di Paesi importatori che trainano il settore. Otto dei primi dieci mercati hanno fatto registrare segno positivo a febbraio. Hong Kong il +35,7%, gli Stati Uniti +26,3%, la Cina il +21,7%. Tendenza in crescita per gli acquisti anche per Giappone +7,1%, Germania +6%, Singapore +7%, Francia +3,6%, Emirati Arabi Uniti +2,8%. Solo il Regno Unito registra una discesa del 16,8%, complice l’affievolimento dell’effetto sterlina debole sugli acquisti dei turisti. L’Italia è nona con una contrazione imprevista del 13%. Per il nostro Paese gli esperti del settore orologi ritengono che il fenomeno sia legato ad un effetto congiunto di movimenti precedenti di scorte e di riflessi di incertezze politico-elettorali sui consumi.

Quali orologi si comprano

L’export a febbraio ha registrato un aumento per tutte le gamme di prezzo. Gli incrementi maggiori si registrano però nella gamma medio-alta (500-3 mila franchi) e alta (sopra i 3 mila franchi). Siamo nell’ambito degli orologi di lusso, in quelli da collezione. Sono stati acquistati da collezionisti, investitori e appassionati.

Per farsi un’idea dei migliori orologi del momento con descrizioni complete, recensioni dettagliate e prezzi sempre aggiornati è possibile consultare ad esempio CronoTop.it, blog specializzato nel mondo degli orologi. Qui si trova ad esempio la recenzione sui Daniel Wellington classic Petite Melrose con i prezzi aggiornati. Si trovano anche spiegazioni su come caricare un orologio automatico.

Andando ad ampliare l’analisi dei dati dell’export svizzero al periodo gennaio-febbraio 2018, non cambia la geografia delle flessioni e degli aumenti, se non nelle percentuali, per i primi 10 mercati globali. Otto si confermano in positivo: Hong Kong +28,3%, Usa +11,4%, Cina +33,7%, Giappone +9,8%, Germania +1, Singapore +12,5%, Francia +10,9%, Emirati Arabi +1%. Sono in negativo Regno Unito con un -6,6% e Italia con un -9,1%.

L’industria dell’orologeria svizzera rappresenta oltre la metà del fatturato mondiale del settore. Esporta circa il 90% della sua produzione e detiene leadership globale. Il 2017 si era chiuso con un export di 19.9 miliardi di franchi, in incremento rispetto ai 19.4 miliardi del 2016. Il settore era ritornato in crescita dopo due anni contrassegnati da flessioni. Sul biennio 2015-2016 avevano pesato il rallentamento di alcune importanti aree economiche e la forza del franco svizzero. La ripresa si rafforza e di conseguenza anche il trend nella produzione ed acquisti di orologi.

Lascia un commento