Milano amplia la sua rete di spazi Happy popping

Milano sempre più attento ai bisogni delle neo-mamme e dei bambini. Dopo biblioteche, farmacie, Municipi e musei cittadini, Milano punta ad ampliare la sua rete di spazi Happy popping con la collaborazione di commercianti, ristoratori, gestori di pubblici esercizi e a chiunque fosse interessato a creare all’interno della propria attività un’area relax dedicata ai nuovi genitori, con una particolare attenzione alle necessità dell’allattamento.

Da oggi è on line sul portale comune.milano.it tutta la documentazione per iscriversi al Registro degli spazi Happy popping, rendendo così di fatto la propria attività più attenta ai bisogni delle neomamme e dei bambini. “Invito i commercianti, i ristoratori e i gestori di pubblici esercizi milanesi a collaborare con l’Amministrazione in questa iniziativa che mira a favorire la genitorialità, in particolare nei primi mesi di vita dei bambini, riconoscendo a genitori e figli il diritto ad abitare in una città sempre più accogliente, innovativa e inclusiva, una città che vede nello sguardo dei bambini e dei loro genitori un motore primario di crescita e sviluppo”. Così l’Assessore alle Politiche per il lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani.

L’iscrizione al Registro degli spazi Happy popping è totalmente gratuita e la presentazione delle richieste non ha alcun limite temporale. L’Amministrazione comunale procederà, con cadenza bimensile, alla valutazione delle candidature pervenute e ad aggiornare l’elenco degli iscritti. Potranno fare richiesta tutti i soggetti che hanno già allestito presso le loro sedi uno spazio di accoglienza per l’allattamento e l’accudimento del bambino oltre a coloro che intendano attrezzarsi per farlo.

Lo spazio messo a disposizione come area Happy popping deve essere accessibile e adeguato, tranquillo e riservato per accudire i bambini oltre ad essere in regola con le norme di carattere igienico-sanitario vigenti. Libera la facoltà dei singoli esercenti di apportare ogni ulteriore miglioramento sia estetico che di ausili per l’allattamento presenti in loco. Ogni realtà iscritta, oltre ad essere presente nell’elenco on line e geo referenziato degli spazi dedicati all’allattamento, riceverà una vetrofania con il logo Happy popping da apporre sulla vetrina dell’esercizio per segnalare l’adesione all’iniziativa.

Tra i primi soggetti interessati ad aderire al registro Ascopier l’Associazione dei negozianti di via Piero della Francesca aderente a Confcommercio Milano. Realtà che già negli scorsi mesi si è attivata nel sensibilizzare i propri associati ai bisogni e alle necessità delle mamme in fase di allattamento. Via ad alta densità commerciale che mira ad aggiudicarsi il titolo di via “mama friendly”: “Queste cose – afferma Laura Cristina Messina, presidente di Ascopier – mi rendono orgogliosa di rappresentare tutti gli operatori di via Piero della Francesca. È infatti grazie all’impegno e alla dedizione di uno di loro, Lorenzo Canali titolare della Bottega del Vinaiolo, che abbiamo la possibilità di puntare ad essere la prima via ‘mama friendly’ di Milano”.

Mappa attuali punti Happy popping

Musei

Palazzo Reale Mostre, Piazza Duomo 12
Museo di Storia Naturale, Giardini Pubblici Indro Montanelli, Corso Venezia 55

Assessorati

Assessorato alle Politiche sociali, Largo Treves 2
Sportello Lavoro di via D’Annunzio 15

Biblioteche rionali e Servizi dei Municipi

Anagrafe decentrata, via Sansovino 9
Biblioteca Tibaldi, via Tibaldi 41
Biblioteca Zara, viale Zara 100
Biblioteca Dergano, via Baldinucci 76
Biblioteca Gallaratese, Centro Commerciale Bonola

LloydsFarmacie

Farmacia n. 83, viale Monza 226
Farmacia n. 60, via Marco D’Agrate 1
Farmacia n. 30, via Francesco Pizzolpasso
Farmacia n. 38, via Michele Saponaro 2
Farmacia n. 70, viale Famagosta 36
Farmacia n. 68, piazza Ernesto De Angeli
Farmacia n. 29, via Michele Lessona 55
Farmacia n. 32, via Eugenio Pellini 1
Farmacia n. 42, piazza Pietro Frattini
Farmacia n. 7, via delle Forze Armate 328
Farmacia n. 5, via Maffeo Bagarotti 38

Lascia un commento