La figlia di Immacolata Villani riceve l’ausilio di Terzigno

146

Dal 4 marzo Immacolata Villani e Pasquale Vitiello non abitavano più insieme. La donna era andata a vivere insieme alla figlia dal padre.

Quella sera una discussione, in presenza della figlia, – riferiscono i giornali locali – degenerò in un confronto tra marito e moglie a suon di insulti, calci e spintoni. Questo secondo la denuncia presentata ai  Carabinieri. Avrebbe partecipato attivamente anche la suocera di Immacolata. La donna raccontò tutto nella querela sporta in caserma cui fece seguito una controquerela presentata dalla suocera pochi giorni dopo.

Nel frattempo vanno avanti le ricerche dell’omicida, figlio di un direttore di banca, che lavora nell’indotto dell’Alenia, azienda aerospaziale. Intanto ha ricevuto l’ausilio dei servizi sociali del Comune di Terzigno la bimba di 9 anni. Terzigno e Boscoreale sono unite nel dolore e si stringono attorno alla famiglia della vittima.