Serie A 28esima giornata torna alla vittoria il Crotone con la goleada contro la Sampdoria

walter zengaCrotone        4

Sampdoria   1

Marcatori: Trotta 5°, Stoian 23°, Trotta 36°, Zapata 69°, Simy

Crotone (4-3-3): Cordaz, Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella, Stoian (Barberis), Mandragora, Benali, Ricci, Trotta, Nalini (Simy). All. Zenga

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano, Sala, Silvestre, Ferrari, Murru, Barreto, Torreira (Capezzi), Linetty, Ramirez (Zapata), Quagliarella, Caprari. All. Giampaolo

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni (Bergamo)

Giudici di linea: Alessandro Lo Cicero (Brescia) – Lorenzo Gori (Arezzo)

Quarto giudice: Marco Serra (Torino)

Var: Rosario Abisso (Palermo). Avar: Giulio Dobosz (Roma1)

Ammoniti: Linetty, Martella

Angoli: 10 a 5 per la Sampdoria

Recupero: 3 e 4 minuti

Spett. tot. 8.738 € 140.440 Biglietti 1.485 € 19.520. Abb. 7253 rateo € 120.920

Un minuto di raccoglimento prima dell’incontro per ricordare Davide Astori e per lo stesso motivo squadre in campo con il lutto al braccio e una patch sulle maglie con la scritta: Ciao Davide.

La cronaca: Non doveva e non poteva il Crotone rinviare ad altra data per motivi di classifica il ritorno al successo casalingo, ultima vittoria tra le mura amiche diciassettesima giornata (Crotone- Chievo 1-0). Un’altra battuta d’arresto significava rimanere impantanato al penultimo posto nel mentre diminuiscono le giornate. I pitagorici hanno evitato che questo accadesse mettendo da parte tutti i timori reverenziali e sfoderando la giusta prestazione contro un avversario mai domo. Un Crotone pratico nei momenti clou dell’incontro che ha saputo soffrire quando la Sampdoria cercava il vantaggio proiettandosi in avanti con i difensori. Indisponibili Budimir, Izco, Rohden, Simic, Tumminello, mister Zenga ha schierato inizialmente il trio d’attacco Ricci, Trotta, Nalini. Quartetto difensivo con il ritorno di Faraoni terzino destro al posto di Sampirisi. Novità  anche a centrocampo con Stoian in sostituzione di Barberis. Compito di Ricci rafforzare il reparto in fase di ripiegamento. La forza iniziale dei pitagorici si evince lungo le fasce dove operano in sovrapposizione Benali, Nalini a sinistra, Stoian, Ricci a destra.

Il tecnico blucerchiato Giampaolo ha preferito schierare i dieci/undicesimi scesi in campo la passata giornata: Sala difensore destro in sostituzione di Bereszynski. Confermato il duo d’attacco Quagliarella, Caprari sostenuti da Ramirez nella trequarti. Nessun cambio a proposito del modulo (4-3-1-2) che tanto bene sta facendo nel corso del campionato. È subito Crotone al quinto minuto con Trotta che mette dentro il pallone in seguito a calcio d’angolo (terzo gol stagionale del pitagorico). Un grande Nalini ha fatto la differenza risultando il migliore in campo nel primo tempo. Lo stesso giocatore al minuto undicesimo costringe La difesa ospite a rifugiarsi in angolo per evitare di capitolare. Il raddopio del Crotone arriva al minuto 21esimo ancora per merito di Nalini che si procura il calcio di rigore. Dagli undici metri batte Trotta, respinge Viviano ma raccogle la sfera Stoian mettendola dentro (secondo gol stagionale). Doppio vantaggio degli uomini di mister Zenga che continuano a mettere sotto la Sampdoria del presidente Ferrero che, in maniera polemica, abbandona lo stadio. In eviddnza ancora Nalini che da dentro l’area avrebbe potuto triplicare se non avesse calciato addosso al portiere. Tempo sette minuti ed arriva la terza marcatura per il Crotone realizzata da Trotta e confermata dal Var. Mister Giampaolo cerca di calmare la furia del Crotone con l’ingresso in campo dell’attaccante Zapata al posto del centrocampista Ramirez ma nulla cambia, sono sempre i pitagorici a  condurre il gioco. Quagliarella in campo giusto per atto di presenza, Ceccherini e Capuano a turno lo hanno annullato. Giampaolo incredulo per ciò che sta accadendo alla sua squadra effettua le altre due sostituzioni fecendo entrare l’ex centrocampista Capezzi al posto di Torreira e Praet in sostituzione del difensoe Sala. È ancora il Crotone   che potrebbe segnae il quarto gol se Trotta fosse stato più preciso. Al minuto sessantaquattro è  Cordaz a mettersi in evidenza respingedo un pericoloso pallone. Un po’ la stanchezza, ma anche la pressione degli avversari, il Crotone è costretto a difendersi ed al minuto sessantanove subisce il gol realizzato da Zapata. Mister Zenga non vuole un Crotone basso e manda in campo l’attaccante Simy in sostituzione di Nalini che ormai aveva dato tutto. Si cautela in difesa il Crotone facendo entrare il difensore Sampirisi in sostituzione del centrocampista Ricci. In ripartenzacon con Simy, i pitagorici trovano il quarto gol e si può affermare  che tornano alla vittoria dopo le due precedenti sconfitte contro Benevento e Spal che tante polemiche avevano innescato. Domenica prossima è un’altra giornata ancora più  difficile contro la Roma, ma il Crotone ha evidenziato che ama trasformare a suo favore tutto ciò  che all’inizio appare difficile.  

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin