Vicenza. Interventi per decoro alla città con la collaborazione di migranti

In questi giorni l’ufficio Muri puliti del Comune di Vicenza ha avviato, con la collaborazione di Aim Amcps e l’attività gratuita di alcuni richiedenti asilo, una nuova serie di interventi di eliminazione di scritte che imbrattano alcune zone della città. L’intervento in centro storico ha interessato l’ex cinema Corso in stradella del Garofolino, e un condominio in contra’ dei Filippini, mentre nel quartiere di San Lazzaro ha permesso di ripulire dalle scritte le pareti della chiesa, il piazzale e alcune fioriere. Questa mattina si sta intervenendo al Multisala Roma.

Questi lavori seguono altre operazioni volte a ridare decoro a luoghi della città oggetto di imbrattamenti. Proprio in questi giorni il sindaco Achille Variati, che ha voluto Muri puliti per monitorare il problema e promuovere interventi di pulizia mirata, ha fatto il punto con i tecnici dell’ufficio, del settore Lavori pubblici e manutenzioni e di Aim Amcps per verificare quanto realizzato e dare nuovo impulso all’attività che ora può contare anche su un fondo da utilizzare per le operazioni più delicate, ad esempio quando si tratta di operare su beni vincolati.

Nel corso del 2017, in alcuni casi anche con il contributo di sponsor o l’intervento diretto del proprietario, sono state ripulite le scritte da un edificio privato in via Berlendis, un condominio di via Capparozzo, dagli ex uffici della Camera di commercio di contra’ Cordenons, angolo stradella del Garofolino, dall’ex scuola di contra’ Burci, lungo la passerella sovra-ferroviaria di strada del Paradiso, al nuovo Tribunale di Borgo Berga, dal condominio “I nuovi portici” di corso Padova, dal condominio di piazzetta San Biagio, angolo stradella dei Munari, allo stadio Menti, dalla cassetta delle poste di contra’ Santa Croce, angolo contra’ del Borghetto, da un palazzetto di contra’ San Faustino, ora slargo Parise. Inoltre l’ufficio Muri puliti si è occupato di promuovere la pulizia di una recinzione in viale Mazzini, della passerella dei Ferrovieri in via G. D’Annunzio e via Ca’ Alte, di piazzetta San Giacomo e del giardino pubblico vicino alla chiesa di Santa Bertilla. Infine, attraverso il settore Lavori pubblici e manutenzioni, durante l’estate è stato restaurato l’affresco vandalizzato che raffigura la Crocifissione all’esterno della chiesa di San Lorenzo, e sono stati ripuliti ponte San Michele e la Domus Comestabilis.

Lascia un commento