Stampanti laser e inkjet: tendenze e consigli di acquisto per il 2018

Stampanti laser e inkjet sono sempre al centro dell’eterno dubbio quando si sceglie di fare un acquisto sia in negozio sia su uno shopping online. Nel valutare la soluzione migliore incidono diversi fattori, ad iniziare dal reale utilizzo di una stampante, dal risultato atteso e anche dal budget a disposizione. Innanzitutto bisogna fare chiarezza tra la stampante laser e la stampante a inchiostro. Le differenze principali sono legate al prezzo, al tipo di cartucce impiegate e alle funzionalità. Alle caratteristiche tecnologiche delle due apparecchiature. A loro volta ciascuna stampante ha funzionalità più o meno evolute e in base a queste si suddivide in fasce di prezzo gradualmente crescenti.

Stampante laser o inkjet

In commercio ci sono parecchie tipologie di stampanti così come si può vedere su https://www.tonercartuccestampanti.it. La domanda più comune che molti si pongono è se è più conveniente comprare una stampante che usa il metodo di stampa laser o quella con stampa a inchiostro. E’ opportuno avere innanzitutto chiare quali sono le esigenze, qual’è l’uso che si farà della stampante. Servirà stampare poche copie in bianco e nero? L’opzione ideale è acquistare una stampante laser in bianco e nero. In questo modo si ottimizzeranno i consumi riducendo anche il costo per pagina. Rispetto alle stampanti a inchiostro o inkjet, quelle laser hanno un costo di acquisto maggiore. Anche i toner di ricambio sono più costosi.

Stampanti: quale acquistare

Chi compra una stampante laser deve mettere in conto che, oltre ad essere più costose, presentano dei costi di gestione più elevati. In compenso questi costi possono essere ammortizzati con il trascorrere del tempo. Di solito se si usa la stampante a casa, la scelta più conveniente è la stampante a inchiostro. Questo perché ha un costo inferiore e le cartucce costano relativamente di meno. Le stampanti inkjet hanno un altro vantaggio: la versatilità. Quasi sempre hanno più funzioni. Tra le più vendute, infatti, figurano le cosiddette multifunzione, che hanno anche il servizio fax e lo scanner. Se si stampa perlopiù in bianco e nero è comunque possibile optare per una stampante laser di fascia medio bassa. Se invece si stampa con frequenza e su più formati, è più vantaggioso acquistare una stampante a inchiostro. Il toner della stampante laser ha una vita più lunga rispetto a quello delle stampanti ad inchiostro. Il che giustifica anche il costo di acquisto maggiore.

2018: la stampa inkjet

Cosa succede nel 2018 e quali sono le tendenze per l’anno in corso? Uno dei big del settore è Epson. L’azienda continua ad investire in maniera massiccia nella tecnologia di stampa inkjet. Una ricerca, infatti, ha rilevato come, una volta conosciuti i dati sulle tecnologie di stampa, in Europa il 76% dei responsabili aziendali scelgono soluzioni inkjet. Forte anche di questi dati Epson punta ad un futuro sempre più inkjet.

Epson è dell’idea che la tecnologia inkjet raggiungerà, infatti, una posizione dominante nel mercato per effetto della sua versatilità e dei vantaggi in fatto di costi, di prestazioni e di rispetto per l’ambiente. Per l’azienda, la tecnologia inkjet è la scelta più responsabile per il futuro della stampa in ufficio. Il gruppo ha recentemente investito 585 milioni di euro in nuovi impianti di produzione in Giappone e in altri mercati, soprattutto in direzione della tecnologia PrecisionCore, l’innovazione che ha portato ad una rivoluzione nella gamma inkjet.

Lascia un commento