Alla scoperta del Sud Sardegna: la spiaggia di Costa Rei

Voglia di vacanza e di viaggi. Gli italiani stanno consultando in queste ore i calendari dei ponti e delle festività per programmare la prossima vacanza. La prima finestra utile è quella pasquale, il periodo ideale per visitare la Sardegna. Già con l’arrivo della primavera, infatti, l’Isola appare in tutto il suo splendore. I più temerari possono azzardare il primo tuffo.

Idee viaggio: il Sud Sardegna

Cagliari e la parte meridionale della Sardegna sono meno note al grande pubblico, ma sono altrettanto belle per una vacanza da sogno. Prendendo uno dei numerosi traghetti per la Sardegna si arriva direttamente nel capoluogo sardo che è dotato di un grande porto. La Sardegna è una meta ambita sia dai vacanzieri italiani sia da quelli stranieri. L’Isola è sempre raggiungibile grazie a validi servizi di collegamenti marittimi operativi tutto l’anno sia di giorno sia di notte. Sul web, ad esempio su Traghetti Sardegna, si può prenotare in completa autonomia online con pochi semplici un click. Una volta approdati a Cagliari è consigliato visitare il capoluogo e poi inoltrarsi nel Sud Sardegna, una terra genuina e ricca di sorprese come quelle proposte da Costa Rei.

Alla scoperta di Costa Rei

Dieci km di bellezze naturali da Cala Sinzias a Porto Pirastu. E’ Costa Rei, ai piedi del Monte Nai. Il centro abitato è sparso tra Sa Perda Niedda, Le Ginestre, Sa Murta, I Ginepri, Gli Asfodeli, Turagri, Rei Plaia e Rei Marina. Il suo nome sarebbe derivante da costa del Re. Ci sono altri studiosi, invece, che riconducono l’origine del nome Costa Rei al fatto che nell’Ottocento era presente una colonia penale a Castiadas dove i detenuti detti rei erano impegnati nelle bonifiche delle aree paludose.

Costa Rei piace tantissimo ai turisti stranieri. Basta pensare che l’attuale sviluppo turistico si deve per lo più agli imprenditori Heimann Tailler, Edgar Yvan e Bastian Barthelmess.

Da vedere la casa della contessa, la residenza più antica che abbraccia tutta la costa e regala un panorama mozzafiato. Sono tante le leggende che interessano l’abitazione e che la rendono ancora più attrattiva agli occhi dei turisti.

Un’altra interessante attrazione è lo scoglio di Peppino. Costa Rei fa il pienone di turisti soprattutto nel periodo estivo ed è apprezzata per la sua sabbia fine e le sue spiagge chiarissime. La Costa è nota anche per lo scoglio di Peppino. Si può ammirare in località Santa Giusta. E’ largo e basso ed è visitato dai vacanzieri tutto l’anno. L’isola della Serpentara si può ammirare guardando l’orizzonte.

A Costa Rei ci sono pittoresche calette. Il mare è cristallino e incontaminato. Costa Rei è tra le dieci spiagge più belle del mondo. L’accoglienza è calorosa, la ristorazione d’eccellenza. Non mancano le occasioni d’intrattenimento. E’ una vacanza consigliata per pasqua, per l’estate o per ogni altra occasione.

Lascia un commento