Budrio. Igor il russo non verrà processato in Italia

Doccia gelata per Roma. Madrid non consegnerà Igor il russo. L’Italia aveva spiccato un mandato di cattura europeo a carico del killer di Budrio ma l’estradizione verrà sospesa dall’Audiencia Nacional “fino al processo o fino all’esecuzione della pena” per gli omicidi commessi in territorio spagnolo.

Già domenica il delinquente comparirà in videoconferenza davanti alla giudice Carmen Lamela che gli notificherà i crimini per i quali è ricercato in Italia. Igor in Spagna ha ucciso due agenti della guardia civil Victor Romero Perez (30 anni) e Victor Jeus Caballero Espinosa (38 anni) che facevano parte di una squadra del distaccamento di Alcaniz dedicata ad indagini sui furti nell’ambiente rurale. L’omicida ha ammazzato anche José Luis Iranzo, un proprietario di ranch che stava accompagnando i due agenti alla ricerca di un uomo che il 5 dicembre aveva assaltato una fattoria ad Albalate del Arzobispo e che aveva ferito due persone. Quel giorno un uomo di 72 anni aveva tentato di entrare nella sua casa di campagna, accompagnato da un fabbro, per cambiare la serratura che da alcuni giorni risultava bloccata.

I due erano stati sorpresi da un uomo che gli ha sparato a bruciapelo, ferendo il fabbro a un braccio e il proprietario della casa nel fianco. Igor verrà processato in Spagna per il triplice omicidio e finirà in una prigione di Madrid e non in Italia.

Igor Vaclavik

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin