Milano. Guido Begatti strangolato in corso XXII marzo: ucciso da un sudamericano

Ha ucciso il genitore adottivo strangolandolo. Poi ha sigillato la stanza con il silicone e ha scritto una lettera anonima al veterinario che seguiva il suo bassotto affinché si prendesse cura del cane. Ed è scomparso nel nulla. L’autore del delitto è un sudamericano trentenne, adottato dalla vittima, un italiano di 69 anni il cui corpo è stato trovato in avanzato stato di decomposizione in un appartamento in corso XXII Marzo in centro a Milano.

Ad avvisare la Polizia è stato il veterinario a cui era stata inviata la richiesta di occuparsi dell’animale di Guido Begatti. L’anziano è stato strangolato. Il veterinario era preoccupato di non ricevere alcuna risposta dalla vittima che lo aveva incaricato di occuparsi del suo cane bassotto, animale poi trovato nell’appartamento.

La Polizia è sulle tracce del killer, il figlio della vittima, ragazzo di origini sudamericane, che era stato adottato quando era bambino. L’uomo sembra essere sparito nel nulla.

omicidio

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin