Berlino. Spd esclude Grosse Koalition con Merkel: nuove elezioni

A Berlino la politica deve fare i conti con la difficoltà a costituire un nuovo governo. Il presidente Frank-Walter Steinmeier fa appello a tutti i partiti. “Mi aspetto che siano disponibili al dialogo per formare un esecutivo in tempi vicini. Tutti i partiti sono tenuti a servire il Paese”, ha rammentato Steinmeier dopo il no della Spd ad una nuova Grosse Koalition.

“Chi si presenta alle elezioni per avere la responsabilità politica non può tirarsi indietro quando ce l’ha nelle sue mani”. Per Steinmeier, questa responsabilità “non può essere semplicemente rimandata agli elettori”. I partiti dovranno “ripensare i loro atteggiamenti”.

No alla larghe intese

I socialdemocratici escludono una nuova edizione della Grande coalizione dopo il fallimento dei colloqui per la formazione di una “coalizione Giamaica” composta da Verdi, Liberali e dal Cdu-Csu di Angela Merkel. L’Spd chiede di andare a nuove elezioni. Martin Schulz dice il “no” alla Große Koalition con la Cdu. “Dati i risultati delle elezioni del 24 settembre, non siamo disponibili per l’ingresso in una grande coalizione non abbiamo paura di nuove elezioni”.

Le trattative per la formazione di un nuovo governo con la Merkel alla guida sono fallite. Il tavolo tra la Cdu-Csu, Fdp e i Verdi è saltato per le divergenze sulle politiche migratorie. “Mi dispiace che non siamo riusciti a trovare una soluzione comune”, ha dichiarato la donna di ferro ai media impegnandosi a “fare il possibile perché questo Paese sia ben gestito in queste settimane difficili”.L’alternativa è un Governo di minoranza.

L’Alternative für Deutschland Afd accusa la Cdu. “La Merkel ha fallito” attacca il capogruppo del partito Alexander Gauland. In caso di nuove elezioni il partito, che alle elezioni del 24 settembre era uscito come terza forza politica, potrebbe conquistare ulteriori voti. Per Alice Weidel le oltre quattro settimane di colloqui tra partiti restano state una vera e propria “frode elettorale”. Secondo la parlamentare, è apparso chiaro fin dall’inizio dei colloqui che arrivare ad un consenso tra i partiti seduti al tavolo negoziale non sarebbe stato possibile.

Angela Merkel preferisce le elezioni

Un nuovo voto piuttosto che guidare un governo di minoranza. Ad annunciralo Angela Merkel. “Sono una donna che ha delle responsabilità e sono pronta a prendermene delle altre”. L’intervento arriva a poche ore dalla rottura dei negoziati fra la Cdu-Csu, i Verdi e i Liberali. “Abbiamo fatto quello che potevamo e vi erano stati dei passi avanti”, ha aggiunto. “Naturalmente io sono disposta a dialogare” in relazione ad una nuova Grosse Koalition con i socialdemocratici (Spd), ma l’ipotesi è stata esclusa dal leader del partito Martin Schulz. Se non sarà possibile riprendere i negoziati con Liberali e Verdi, o se l’Spd non cambierà opinione, “è meglio il voto anticipato”, ha dichiarato la Merkel.

Angela Merkel

Lascia un commento