Sava. Raffaele Pesarese ha ucciso la sorella, il padre e il cognato Salvatore Bisci

139

La famiglia Pesare è letteralmente a pezzi. E’ bastato un attimo perchè andassero in frantumi le vite di quattro persone. Raffaele Pesare, Carabiniere di 53 anni, ha ammazzato a colpi di pistola il padre, la sorella e il cognato Salvatore Bisci. Poi ha rivolto la pistola contro se stesso facendo fuoco. Il cinquantenne, in servizio presso il radiomobile di Maduria, si trova in ospedale. E’ grave ma è in fin di vita contrariamente a quanto si era appreso all’inizio.

Il dramma si è consumato a Sava in provincia di Taranto nella casa della sorella, in via Giulio Cesare, a pochi passi dal Municipio e dalla piazza centrale del paese. L’appuntato avrebbe sparato al culmine di un violento litigio familiare riconducibile, in base alle prime ipotesi investigative, a questioni patrimoniali, legate alla gestione in comune di un terreno agricolo.

I vicini di casa hanno udito poco prima di mezzogiorno i colpi di pistola e hanno subito lanciato l’allarme.  Il procuratore aggiunto Maurizio Carbone si è recato, insieme al medico legale, nell’abitazione di Sava in cui l’appuntato Raffaele Pesare ha ucciso il genitore, la sorella Nella e il cognato Salvatore Bisci e poi si ferito gravemente. Il carabiniere è sposato e ha due figli. Anche la sorella del militare, una delle vittime, ha un figlio che al momento della strage era a scuola.

carro funebre