Milano mantiene la vocazione universitaria di Città Studi

La vocazione universitaria di Città Studi è fuori discussione grazie anche alla volontà espressa da Statale, Politecnico e Bicocca di ampliare i propri spazi e servizi nel quartiere, oltre alla disponibilità del Demanio a concentrarvi gli uffici statali, con una presenza di circa 1500 impiegati. E’ quanto emerso dallo Studio realizzato da Alessandro Balducci, professore del Politecnico incaricato dall’Amministrazione di fornire un supporto tecnico scientifico per la definizione di nuovi scenari nell’ambito di Città Studi e presentato nel corso della Commissione Urbanistica e Mobilità.

Un rapporto realizzato in questi mesi di confronto tra tutti i soggetti coinvolti – Comune di Milano, Regione Lombardia, le tre università e Demanio -,volto a individuare un piano urbanistico per l’area dopo il 2022 qualora la Statale spostasse le facoltà scientifiche nelle aree ex-Expo.

La Statale è interessata a mantenere la propria presenza a Città Studi, soprattutto nell’area di Veterinaria (la prima che dovrebbe svuotarsi nel 2018 per il trasferimento a Lodi), trasferendo qui il corso di Beni culturali con circa 3.000 iscritti. Il Politecnico è interessato a risolvere gli attuali problemi di congestione realizzando nuove aule e dipartimenti per i suoi studenti di Architettura, la Bicocca si è dichiarata interessata a spostare nell’area demaniale alcuni propri dipartimenti e corsi. Il Demanio sposterebbe i suoi uffici soprattutto negli edifici di proprietà della Statale che verranno lasciati liberi, mentre la Regione è disponibile a mettere a disposizione gli edifici ospedalieri (Besta e Istituto dei Tumori) che si libereranno.

I prossimi passi prevedono la creazione di un Comitato Scientifico tra le Università per definire puntualmente quali facoltà, corsi post laurea e laboratori necessitino di spazi. In seguito verrà promosso un Accordo di Programma tra tutti i soggetti pubblici per definire il piano urbanistico per il Quartiere, con una prospettiva 2021-23. Un impegno importante da parte di palazzo Marino e delle istituzioni universitarie per Città Studi.

Milano università piazza leonardo

Lascia un commento