Catalunya. Carles Puigdemont sarà arrestato ma potrà candidarsi

Venerdì sera è arrivata l’ufficialità. Carmen Lamela ha spiccato il mandato di arresto europeo contro Carles Puigdemont e i quattro ministri che sono con lui a Bruxelles. “Sono stato informato dal mio cliente che il mandato è stato emesso contro il presidente e altri quattro ministri che si trovano in Belgio” aveva anticipato già nella notte l’avvocato Paul Bekaert. “Significa che la giustizia spagnola ora manderà una richiesta di estradizione ai procuratori federali a Bruxelles”, ha affermato.

Puigdemont si candiderà alle elezioni del 21 dicembre, anche dall’estero. La battaglia continua. I secessionisti scenderanno in piazza a Barcellona l’11 novembre. Da Madrid intanto il portavoce del governo spagnolo Inigo Mendez de Vigo ha comunicato che gli 8 membri del Govern della Catalunya (attualmente in carcere) potranno presentarsi alle elezioni del 21 dicembre. “Finché non c’è condanna definitiva chiunque abbia i diritti civili intatti può presentarsi alle elezioni” ha affermato rispondendo alle domande dei giornalisti.

Carles Puigdemont

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin