Catalunya in carcere. Appelli alla tranquillità

119

Gli indipendentisti incarcerati hanno chiesto alla popolazione di Catalunya di mantenere la calma. Lo stesso appello è stato lanciato, “nell’indignazione”, dalle segretarie di Erc e Pdecat, Marta Pascal e Marta Rovira. I legali dei prigionieri politici hanno detto che anche da parte loro, prima di essere portati via, nei furgoni cellulari sono venuti appelli “alla tranquillità”.

“Il governo legittimo – twitta Carles Puigdemont – è stato incarcerato per le sue idee e per essere stato fedele al mandato approvato dal parlamento catalano. Il clan furioso della 155 vuole il carcere. Il clan sereno dei catalani, la libertà”.

Barcellona manifestazioni contro arresti