Gli Usa chiedono al Myanmar di cessare le violenze contro i Rohingya

Rex Tillerson, segretario di Stato USA, ha chiesto al capo delle forze armate del Myanmar, Min Aung Hlaing, di collaborare con il governo per porre fine alle violenze contro la minoranza musulmana Rohingya nello stato del Rakhine.

La telefonata del segretario statunitense è stata di sollecito alle forze di sicurezza burma a “sostenere il governo nel porre fine alla violenze e consentire un ritorno sicuro a casa dei rifugiati fuggiti durante la crisi”. La pulizia etnica operata nell’ex Birmania è un grave crimine contro l’umanità.

Min Aung Hlaing

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin