Serie A ottava giornata meritato pareggio del Crotone contro un deludente Torino

 Crotone  2

Torino     2

Marcatori: Rohden 25°, Lago Falque 53°, Martella 63°, Di Silvestri 90°

Crotone(4-4-2): Cordaz, Sampirisi, Ajeti, Ceccherini, Martella, Rohden, Mandragora, Barberis, Stoian (Faraoni), Trotta (Nalini), Simy (Budimir). All. Nicola

Torino(4-2-3-1): Sirigu, De Silvestri, NKoulou, Moretti, Molinaro, Rincon (Boye’), Baselli, Lago Falque, Ljalic, Niang, Sadiq. All. Mihajlovic

Arbitro: Paolo Valeri (Roma 2)

Ass. Giob Lo Cicero (Palermo) – Gianmattia Tasso (La Spezia)

Quarto giudice: Livio Marinelli (Tivoli)

VAR: Abisso – Marini

Ammoniti: Ajeti

Angoli: 8 a e per il Torino

Recupero: 4 minuti nella ripresa

Spett. tot. 9.563 € 154.345; biglietti 2.310 € 33.425, abbonati 7.253 rateo € 120.920

Continua a sorridere il Crotone e non potrebbe essere diversamente dopo aver conquistato contro Torino il terzo risultato utile consecutivo. Pareggio targato Rohden, Martella ma ottenuto in seguito alla buona prestazione di tutta la squadra scesa in campo con i dieci/undicesimi rispetto alla precedente trasferta di Ferrara. Fuori Nalini per motivi fisici, dentro Trotta.Difesa accorta (ottima risposta del pitagorico Ajeti alla sua ex squadra che l’ha utilizzato poco la passata stagione).Buona interpretazione del centrocampo in fase d’interdizione e rilancio con Mandragora e Barberis, gli esterni di fascia Rohden a destra e Stoian a sinistra hanno interpretato bene il ruolo di fare ripartire la squadra lungo le fasce. Il duo d’attacco Trotta, Simy ha sempre tenuto in apprensione la difesa avversaria. Di fronte a questo Crotone nulla ha potuto il Torino per tornare al successo, nonostante sia arrivato all’Ezio Scida con la dichiarata intenzione (affermazione del tecnico granata) di conquistare l’intera posta dopo aver steccato i due precedenti incontri. Fuori per motivi fisici il difensore Lyanco, il centrocampista Valdifiori, l’attaccante Belotti, sostituiti rispettivamente da Moretti, Baselli, Sadiq, non hanno evitato al Crotone di passare in vantaggio al minuto venticinque con Rohden che metteva dentro dalla sinistra dopo l’assist di Trotta dalla destra. In precedena, secondo minuto, annullato il gol a Simy per presunto fallo dello stesso giocatore sul difensore avversario. Torino che evidenzia più fisicita’, molti falli da parte di De Silvestri, Sadiq, Niang in fase offensiva. Crotone più offensivo sapendo della permeabilità della tifesa granata. Rohden tenta la via del gol al minuto tredicesimo con un tiro scoordinato. Ma, come detto, non sbaglia dopo dodici minuti. La reazione del Torino non si fa attendere creando alcuni pericoli sventari da un ottimo Cordaz. Un primo tempo ben fiocato dai pitagorici che hanno meritato il vantaggio. Non è lo stesso Crotone ad inizio ripresa per merito del Torino  he cambia atteggiamento grazie anche alla opaca prestazione offensiva di Trotta che non riesce a giocare alcun pallone. Di fronte ad una tale situazione i granata pareggiano al minuto cinquantatre con Lago Falque. Un minuto prima Ljalic ha colpito il palo in seguito ad una punizione dal limite. Fuori Trotta dentro Nalini, cambia atteggiamento la partita ed al minuto sessantatre Crotone di nuovo in vantaggio con Martella (primo gol stagionale). Entusiasmo sugli spalti ed in campo. Pitagorici senza affanno controllano bene le giocate sia in difesa che a  centrocampo. Mister Nicola avrbbe dovuto anticipare l’uscita di Simy troppo stanco con Budimir. Il ritardo della sostituzione ha consentito al Torino di rendersi più minaccioso ed al novantesimo minuto in zeguito all’ ottavo calcio d’angolo Di Silvestri trova il gol del pareggio

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin