Caporalato a Tarquinia. Operai pagati 3,90 euro all’ora e senza diritti

Quattro persone sono state arrestate dalla Guardia di Finanza di Tarquinia. Gli indagati rispondono a vario titolo di caporalato, estorsione, sequestro di persona, sfruttamento dei lavoratori e truffa aggravata ai danni dell’Inps. Secondo l’accusa i loro operai venivano pagati 3,90 euro all’ora. Inoltre non avevano alcun giorno di ferie, malattia retribuita e tredicesima.

I militari hanno riscontrato inoltre che gli operavi erano sotto la costante minaccia, esplicita e violenta, di ripercussioni o di licenziamento. L’azienda indagata è attiva nel settore metalmeccanico.

Guardia di Finanza

Lascia un commento