Roma, Teatro Quirino: Medea con il teatro Patologico e Sebastiano Somma

Un progetto ambizioso che ha raggiunto risultati inaspettati quello di Dario D’Ambrosi e del suo Teatro Patologico, in collaborazione con l’Università di Roma “Tor Vergata”, Euroma2 e l’Istituto “Lorenzo de’ Medici”. Location di eccezione il Teatro Quirino della Capitale, punto di partenza di una tournée con tappe a livello internazionale come l’’Istituto Italiano di Cultura di Tokio il 29 e il 30 settembre, il Teatro Franco Parenti di Milano e per la prima volta una compagnia teatrale composta da ragazzi con disabilità si esibirà nel Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite di New York il 4 dicembre.

Una fruibile Medea, fedele nella trama alla tragedia di Euripide e rappresentata in modo chiaro e lineare. Scenografia appropriata ed essenziale. Costumi consoni.

I giovani hanno recitato con disciplina e naturalezza avendone interiorizzato la parte. Mimica del volto, corporeità, atteggiamenti lo hanno dimostrato. I protagonisti principali, attori affermati hanno dato ancor più competenza e professionalità allo spettacolo. Impeccabile l’interpretazione dell’affascinate Sebastiano Somma nei panni di Creonte, genitore della sfortunata Glauce.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin