A Firenze il festival italiano dedicato al mondo delle riviste

Si terrà dal 22 al 24 settembre il Firenze RiVista, il festival italiano dedicato al mondo delle riviste. Nato dalla collaborazione delle riviste fiorentine e toscane, il festival fa parte della programmazione dell’Estate Fiorentina e quest’anno, per la sua terza edizione, si terrà al Museo Novecento, in Piazza Santa Maria Novella. Qui le riviste partecipanti avranno a loro disposizione uno stand per condividere l’esperienza di chi, dal basso, anima e racconta il territorio da punti di vista inediti, mettendo in risalto le sfumature e portando nuove idee.

news

Il tema dell’edizione 2017 sarà #Ricerca

Attraverso questa parola chiave Firenze RiVista conferma la sua vocazione di luogo di incontro e di scambio culturale tra numerose realtà nazionali, il cui contributo non solo ha fatto del festival un importante appuntamento ma ha anche dimostrato la rinnovata vitalità di Firenze come centro culturale. L’edizione 2017 si apre con la serata off-festival di giovedì 22 alla Libreria Café La Cité, per entrare nel vivo al Museo Novecento venerdì 22: in mattinata saranno al centro dell’attenzione il tema del linguaggio e dei comportamenti in rete con il progetto “Parole O_Stili” (Vera Gheno e Bruno Mastroianni) e quello della disinformazione nell’incontro con Arianna Ciccone (Valigia blu) e Leonardo Bianchi (Vice news). Nel pomeriggio saranno protagoniste le riviste letterarie, messe a confronto tra loro, e le case editrici, con un incontro pubblico e un pitch editoriale a porte chiuse dove aspiranti scrittori potranno incontrare gli editori. In chiusura l’incontro sugli esordi letterari con gli scrittori Marcello Fois e Carlo Loforti e il presidente del Premio Calvino, Mario Marchetti.

Dopo un’altra serata off-festival la sera di venerdì 22, stavolta alla Libreria Todo Modo, si prosegue la mattina di sabato 23 col consolidato appuntamento con L’Accademia della Crusca. A seguire incontri sull’Europa con Cafebabel e la Gioventù federalista europea, sull’esperimento filosofico di Popsophia con Lucrezia Ercoli, su scienze e pseudoscienze con la giornalista scientifica Silvia Bencivelli. Incontro di punta del sabato quello con Edoardo De Angelis, regista di Indivisibili, e Sidney Sibilia, regista di Smetto quando voglio, sul loro percorso autoriale e sulle prospettive del cinema italiano. Al termine della giornata e fino a mezzanotte si terrà nel chiostro del Museo un reading a microfono aperto.

Domenica 24 vedrà la corrispondente di guerra Francesca Borri e l’imam di Firenze confrontarsi su Medio Oriente e migrazioni, e nel pomeriggio gli incontri con gli scrittori Raffaele Alberto Ventura (Eschaton), in uscita con Teoria della classe disagiata per Minimum Fax, e con Giampaolo Simi, in libreria con La ragazza sbagliata per Sellerio. Spazio anche al cinema col workshop di cinema indipendente tenuto dal Collettivo John Snellinberg Film e da Laura Catalano (8 Production) e l’incontro sulla ricerca degli spazi culturali e sulla loro gestione tra il Cinema Stensen e I ragazzi del Cinema America, che racconteranno la loro straordinaria esperienza nel quartiere romano di Trastevere.

Lascia un commento