Come curare la pelle secca: ecco alcuni consigli utili

La pelle secca colpisce un sempre numero maggiore di italiani, considerando che può essere una conseguenza di dermatite atopica, diabete, psoriasi o ittiosi.

I classici consigli, come bere almeno 2 Litri di acqua al giorno e mangiare tanta frutta e verdura, possono non bastare per allievare e idratare la cute secca.

Allora come si cura la pelle secca?

Innanzitutto è bene non eccedere con lavaggi frequenti e soprattutto limitare l’utilizzo di acqua calda, che potrebbe seccare ulteriormente la pelle secca.

Approfittare di qualche minuto, magari alla fine di una doccia per lavare il corpo con acqua fredda, contribuirà a mantenere i tessuti della pelle elastici.

Al mattino e alla sera eseguire un massaggio delicato con una crema emolliente può alleviare il prurito.

La pelle secca e le malattie correlate

La pelle secca, come scritto all’inizio dell’articolo, può dipendere da diverse patologie tra cui: ittiosi, dermatite atopica, psoriasi, diabete e xerosi cutanea uremica.

Per maggiori informazioni riguardo le cause della pelle secca, si può visitare il sito pelle-secca.it .

Sono tante le pomate contro la dermatite atopica, ma è sempre buona norma farsi consigliare dal proprio dermatologo.

Per lenire la pelle secca dipendente da ittiosi, la cute dev’essere nutrita in profondità e richiede continue applicazioni di creme studiate per umettare la pelle.

La psoriasi è un’altra patologia che come conseguenza può far seccare la cute. Sebbene ancora non si sia trovata una soluzione efficace per sconfiggere questa patologia è bene comunque utilizzare prodotti e creme lenitivi per contenere il fenomeno di secchezza cutanea.

La pelle secca, può dipendere anche da alterazioni del metabolismo, per cui deve essere indagata e curata la causa che scatena ciò.

9 su 10 da parte di 34 recensori Come curare la pelle secca: ecco alcuni consigli utili Come curare la pelle secca: ecco alcuni consigli utili ultima modifica: 2017-09-14T17:21:29+00:00 da Valentina M.
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento